Home > Documents > D.r. Rocco Scolozzi

D.r. Rocco Scolozzi

Date post: 31-Dec-2015
Category:
Author: dakota-hines
View: 37 times
Download: 0 times
Share this document with a friend
Description:
Caderzone Terme - 16 novembre 2012 I valori del parco oltre il parco. D.r. Rocco Scolozzi. Parchi… oltre la cartolina. Salute. Sequestro carbonio. Legname. Ricreazione. Cibo. Educazione. Ciclo dei Nutrienti. Regolazione acque. Parchi… oltre la cartolina. metrovancouver.org. - PowerPoint PPT Presentation
Embed Size (px)
Popular Tags:
of 28 /28
D.r. Rocco Scolozzi Caderzone Terme - 16 novembre 2012 I valori del parco oltre il parco
Transcript

Real Space For Ecosystem Services Assessment In Italian Local Governance And Institutions? An Expert-based Application And An Exploratory Survey

D.r. Rocco ScolozziCaderzone Terme - 16 novembre 2012I valori del parco oltre il parcothe Birds Directive (BD) and the Habitat-Directive (HD) do not literally mention ES but generally they take account of economic, social and cultural requirements/economic and recreational requirements ( anthropocentric demand for services of parts of an ecosystem)(Article 2/3 HD, Article 2 BD)

1

Sequestro carbonio

Ciclo dei Nutrienti

Cibo

Legname

Ricreazione

Educazione

Regolazione acque

SaluteParchi oltre la cartolinathe Birds Directive (BD) and the Habitat-Directive (HD) do not literally mention ES but generally they take account of economic, social and cultural requirements/economic and recreational requirements ( anthropocentric demand for services of parts of an ecosystem)(Article 2/3 HD, Article 2 BD)

2

metrovancouver.orgParchi oltre la cartolina

Capitale Naturale, Sociale e Culturale

Landscape structure or processes(es. habitat forestale o produttivit primaria)Landscape function(capacity)(es. produzione legnosa o altri prodotti)Ecosystem service (flows)(es. materie prime, cibo)Benefit(s) (es. contributo alla salute, sicurezza ecc.)(econ.) Value (es. disponibilit a pagare per protezione o prodotti)Pressioni vs.Politiche di gestione/mantenimento

It reported that in 1997 the government of New York City faced a choice: either to install a new water .filtration plant at a cost of $46 billion, with $250 million a year in operating costs, or spend much less money to preserve the rural nature of the Catskill Mountains from which New York gets most of its water (Economist 2005, 7678).New York City at a cost of about $1 billion has opted to buy and restore the watershed, i.e., to let nature work for the people.4Perch valutare gli ecosistemiEconomiaSociologiaEcologiaCapitale Naturale, Sociale e Culturale

Landscape structure or processes(es. habitat forestale o produttivit primaria)Landscape function(capacity)(es. produzione legnosa o altri prodotti)Ecosystem service (flows)(es. materie prime, cibo)Benefit(s) (es. contributo alla salute, sicurezza ecc.)(econ.) Value (es. disponibilit a pagare per protezione o prodotti)Pressioni vs.Politiche di gestione/mantenimento

It reported that in 1997 the government of New York City faced a choice: either to install a new water .filtration plant at a cost of $46 billion, with $250 million a year in operating costs, or spend much less money to preserve the rural nature of the Catskill Mountains from which New York gets most of its water (Economist 2005, 7678).New York City at a cost of about $1 billion has opted to buy and restore the watershed, i.e., to let nature work for the people.5Perch valutare gli ecosistemi

Ostrom, E. 2009. A General Framework for Analyzing Sustainability of Social-Ecological Systems, Science 325

It reported that in 1997 the government of New York City faced a choice: either to install a new water .filtration plant at a cost of $46 billion, with $250 million a year in operating costs, or spend much less money to preserve the rural nature of the Catskill Mountains from which New York gets most of its water (Economist 2005, 7678).New York City at a cost of about $1 billion has opted to buy and restore the watershed, i.e., to let nature work for the people.6

Economical - Ecological - SocialEcologicalEconomicalEcologicalSocialSocialMACRO Ecological-Social

Ostrom, E. 2009. A General Framework for Analyzing Sustainability of Social-Ecological Systems, Science 325Perch valutare gli ecosistemiLa tab presenta variabili di secondo livello per lanalisi identificate in molte ricerche empiriche che influenzano le interazioni e i risultati, la scelta delle variabili rilevanti dipendono dalla particolare domanda sotto studio, il tipo di SES, e le scale spaziali e temporali.Un esempio di applicazione dello schema: quando gli utilizzatori di una risorsa investiranno tempo ed energia per evitare una tragedia dei beni comuni? Hardin assumeva che gli users qualora intrappolati in un accelerato sovrautilizzo, non investirebbero mai tempo e energia per estrarsi da questa trappola. Diversi studi hanno trovato che users di diversi risorse hanno investioo nel disegnare e implementare sistemi costosi di governo per aumentare la probabilit di sostenere le risorse. Questo dipende dalla percezione del beneficio correlato () rispetto ai costi, nel breve tempo, rispetto alla paura di fallire lo sforzo, che qualcuno possa infrangere le regole quindi trarne profitto, che porterebbe a evitare i costi immediati e a continuare lo sovra-sfruttamento. Alcune variabili sono identificate come positivamente o negativamente correlate alla probabilit che gli utenti si organizzino per gestire una risorsa, le stesse potenzialmente importanti per comprendere la sostenibilit a quando attivit auto-organizzate si presentaranno, bisogna indagare su come queste influenzano i costi e benefici percepiti. La dimensione del sistema di risorse: foreste, grandi distese difficilmente sono gestite in modo auto-organizzato per il costo di definire i confini (fisicamente, circordarli con marcatori, segnali, recinti) monitorare luso e la distribuzione delluso (use pattern) e collezionare una conoscenza ecologica. Territori troppo piccoli non generano un significativo flusso di prodotti. Cos territori modesti risultano i pi probabili candidati ad essere gestiti in modo auto-organizzato. Pescatori che gestiscono una modesta parte di costa, o di lago, o di fiumi anche sono pi probabilmente gestiti in modo organizzato che pescatori che viaggiano attraverso gli oceani in cerca di pescato ad alto valore.Produttivit del sistema: produttivit ha una relazione curvilineare con lauto-organizzazione per tutti i settori, se una risorsa idrica e area di pesca esaurita o apparentemente molto abbondante gli users non vedranno la necessit di gestirla per il futuro, gli users hanno bisogno di osservare qualche scarsit prima di investire nellauto-organizzazione.Predicibilit del sistema complesso: i sist dinami necessitano di essere sufficientemente predicibili perch gli users possano stimare cosa succederebbe se loro stabiliscono una particolare regola di uso, consumo, o territorio no-entry (sistemi forestali sono pi facilmente predicibili di sistemi acquatici).Scelte e regole collettive: quando gli users hanno una piena autonomia a livello di scelte collettive di creare e rinforzare proprie regole (come comunit montane del Nepal, di pescatori in Messico, o nel Regole di Spinale-Manez), affrontano minori costi nella difesa della risorsa e nello scambio.Mobilit della risorsa: per i costi di osservazione e gestione di un sistema, lauto-organizzazione meno probabile con risorse mobili, come specie selvatiche, lacqua in un fiume non regolato, rispetto a unit di risorsa immobili come alberi, acqua in un lago o bacino.Numero degli users: impatto della dimensione del gruppo nei costi di scambio di auto-organizzazione tendono ad essere negativi dato il pi alto costo per coinvolgere gli users e concordare e condividere i cambiamenti. Daltra parte nella gestione di una risorsa, sebbene monitorare estese comunit forestali in India possano essere veramente costosi, gruppi pi grandi possono mobilizzare grandi risorse e energie suffiicienti. La dimensione sempre rilevante ma il suo effetto sullauto-organizzazione dipende da altre variabili del SES, e dati di attivit di gestione. Leadership: quando qualche users di qc tipo di sistema di risorsa ha capacit imprenditoriali, rispettato come leader locale e risultato di una precedente organizzazione per altri scopi, lautorganizazzione pi probabile. La presenza di laureati e anziani influenti, per esempio, ha avuto una forte correlazione positiva sullo stabilirsi di organizazzioni irrigue in un campionamento stratificato di 48 sistemi irrigui in Karnataka e Rajastan in India.Norms/social capital: utenti di tutti i tipi di sistemi risorsa che condividono standard morali etici, riguardo al comportamento nel gruppo, cos le norme di reciprocit, con un sufficiente fiducia nellaltro che to mantenere gli accordi, avranno minori costi di scambio nella ricerca di accordi e minori costi di monitoraggioKnowledge of the SES: quando gli users condividono importante conoscenze sui rilevanti attributi del SES, su come le loro azioni influenzano le altre, percepiranno minori costi di organizzazione. Al contrario se il sistema di risorse si rigenera lentamente mentre la popolazione cresce rapidamente, come nellIsola di Pasqua, gli users potrebbero non capire la CC della risorsa, fallire nellorganizzare luso, e distruggere la risorsa irreversibilmente.Importanza della risorsa: nei casi di successo di auto-organizzazione gli users sono sia dipendenti dalla risorsa per un parte importante della sussistenza o attribuiscono grande valore alla sostenibilit della risorsa. Altrimenti il costo di organizzazione e mantenimento di un sistema auto-organizzato pu non valerne la pena.Ottenere misure di queste 10 variabili sono un primo passo per analizzare se gli users di uno o pi SES si organizzerebbero. Lanalisi di queste relazioni arduo, sfidante, limpatto di una variabile dipende dal valore di altre, linterazione tra variabili non lineare, in moltri sistemi complessi. In ultimo se la sostenibilit dipende dagli users o da un governo che stabilisce le regole, queste regole possono non essere sufficienti nel lungo periodo.Se il set iniziale di regole stabilite dagli users o da un governo non sono congruenti con le condizioni locali la sostenibilit a lungo periodo non pu essere raggiunta. Studi su sistemi di irrigazione, forest, pesca suggeriscono che la sostenibilit di lungo periodo dipende da regola coerenti con gli attributi dei resource system, delle resource unit, e gli usi. Regole che impediscono la pesca di gamberi femmina pieni di uova sono facili da monitorare, le uove sono visibili sul carapace, per altri pesci pu essere pi difficile. Semplici linee guida governative non funzionano. Per es. La quota totale di pescato stabilito dal governo canadese per la pesca sulla costa ovest, ha provocato la chiusura della pesca nel 95.Qualitativi e dati quantitativi sono necessari, e devono esser usati per costruire e testare modelli teorici dei costi e benefici tra governi, comunit e individui e portare a politiche innovative.7Come valutare gli ecosistemi

(ridisegnato da de Groot et al., 2002La tab presenta variabili di secondo livello per lanalisi identificate in molte ricerche empiriche che influenzano le interazioni e i risultati, la scelta delle variabili rilevanti dipendono dalla particolare domanda sotto studio, il tipo di SES, e le scale spaziali e temporali.Un esempio di applicazione dello schema: quando gli utilizzatori di una risorsa investiranno tempo ed energia per evitare una tragedia dei beni comuni? Hardin assumeva che gli users qualora intrappolati in un accelerato sovrautilizzo, non investirebbero mai tempo e energia per estrarsi da questa trappola. Diversi studi hanno trovato che users di diversi risorse hanno investioo nel disegnare e implementare sistemi costosi di governo per aumentare la probabilit di sostenere le risorse. Questo dipende dalla percezione del beneficio correlato () rispetto ai costi, nel breve tempo, rispetto alla paura di fallire lo sforzo, che qualcuno possa infrangere le regole quindi trarne profitto, che porterebbe a evitare i costi immediati e a continuare lo sovra-sfruttamento. Alcune variabili sono identificate come positivamente o negativamente correlate alla probabilit che gli utenti si organizzino per gestire una risorsa, le stesse potenzialmente importanti per comprendere la sostenibilit a quando attivit auto-organizzate si presentaranno, bisogna indagare su come queste influenzano i costi e benefici percepiti. La dimensione del sistema di risorse: foreste, grandi distese difficilmente sono gestite in modo auto-organizzato per il costo di definire i confini (fisicamente, circordarli con marcatori, segnali, recinti) monitorare luso e la distribuzione delluso (use pattern) e collezionare una conoscenza ecologica. Territori troppo piccoli non generano un significativo flusso di prodotti. Cos territori modesti risultano i pi probabili candidati ad essere gestiti in modo auto-organizzato. Pescatori che gestiscono una modesta parte di costa, o di lago, o di fiumi anche sono pi probabilmente gestiti in modo organizzato che pescatori che viaggiano attraverso gli oceani in cerca di pescato ad alto valore.Produttivit del sistema: produttivit ha una relazione curvilineare con lauto-organizzazione per tutti i settori, se una risorsa idrica e area di pesca esaurita o apparentemente molto abbondante gli users non vedranno la necessit di gestirla per il futuro, gli users hanno bisogno di osservare qualche scarsit prima di investire nellauto-organizzazione.Predicibilit del sistema complesso: i sist dinami necessitano di essere sufficientemente predicibili perch gli users possano stimare cosa succederebbe se loro stabiliscono una particolare regola di uso, consumo, o territorio no-entry (sistemi forestali sono pi facilmente predicibili di sistemi acquatici).Scelte e regole collettive: quando gli users hanno una piena autonomia a livello di scelte collettive di creare e rinforzare proprie regole (come comunit montane del Nepal, di pescatori in Messico, o nel Regole di Spinale-Manez), affrontano minori costi nella difesa della risorsa e nello scambio.Mobilit della risorsa: per i costi di osservazione e gestione di un sistema, lauto-organizzazione meno probabile con risorse mobili, come specie selvatiche, lacqua in un fiume non regolato, rispetto a unit di risorsa immobili come alberi, acqua in un lago o bacino.Numero degli users: impatto della dimensione del gruppo nei costi di scambio di auto-organizzazione tendono ad essere negativi dato il pi alto costo per coinvolgere gli users e concordare e condividere i cambiamenti. Daltra parte nella gestione di una risorsa, sebbene monitorare estese comunit forestali in India possano essere veramente costosi, gruppi pi grandi possono mobilizzare grandi risorse e energie suffiicienti. La dimensione sempre rilevante ma il suo effetto sullauto-organizzazione dipende da altre variabili del SES, e dati di attivit di gestione. Leadership: quando qualche users di qc tipo di sistema di risorsa ha capacit imprenditoriali, rispettato come leader locale e risultato di una precedente organizzazione per altri scopi, lautorganizazzione pi probabile. La presenza di laureati e anziani influenti, per esempio, ha avuto una forte correlazione positiva sullo stabilirsi di organizazzioni irrigue in un campionamento stratificato di 48 sistemi irrigui in Karnataka e Rajastan in India.Norms/social capital: utenti di tutti i tipi di sistemi risorsa che condividono standard morali etici, riguardo al comportamento nel gruppo, cos le norme di reciprocit, con un sufficiente fiducia nellaltro che to mantenere gli accordi, avranno minori costi di scambio nella ricerca di accordi e minori costi di monitoraggioKnowledge of the SES: quando gli users condividono importante conoscenze sui rilevanti attributi del SES, su come le loro azioni influenzano le altre, percepiranno minori costi di organizzazione. Al contrario se il sistema di risorse si rigenera lentamente mentre la popolazione cresce rapidamente, come nellIsola di Pasqua, gli users potrebbero non capire la CC della risorsa, fallire nellorganizzare luso, e distruggere la risorsa irreversibilmente.Importanza della risorsa: nei casi di successo di auto-organizzazione gli users sono sia dipendenti dalla risorsa per un parte importante della sussistenza o attribuiscono grande valore alla sostenibilit della risorsa. Altrimenti il costo di organizzazione e mantenimento di un sistema auto-organizzato pu non valerne la pena.Ottenere misure di queste 10 variabili sono un primo passo per analizzare se gli users di uno o pi SES si organizzerebbero. Lanalisi di queste relazioni arduo, sfidante, limpatto di una variabile dipende dal valore di altre, linterazione tra variabili non lineare, in moltri sistemi complessi. In ultimo se la sostenibilit dipende dagli users o da un governo che stabilisce le regole, queste regole possono non essere sufficienti nel lungo periodo.Se il set iniziale di regole stabilite dagli users o da un governo non sono congruenti con le condizioni locali la sostenibilit a lungo periodo non pu essere raggiunta. Studi su sistemi di irrigazione, forest, pesca suggeriscono che la sostenibilit di lungo periodo dipende da regola coerenti con gli attributi dei resource system, delle resource unit, e gli usi. Regole che impediscono la pesca di gamberi femmina pieni di uova sono facili da monitorare, le uove sono visibili sul carapace, per altri pesci pu essere pi difficile. Semplici linee guida governative non funzionano. Per es. La quota totale di pescato stabilito dal governo canadese per la pesca sulla costa ovest, ha provocato la chiusura della pesca nel 95.Qualitativi e dati quantitativi sono necessari, e devono esser usati per costruire e testare modelli teorici dei costi e benefici tra governi, comunit e individui e portare a politiche innovative.8Come valutare gli ecosistemiPossibili relazioni spaziali tra aree di produzione del servizioecosistemico (P) e le aree di beneficio (B): produzione e benefici si realizzano nello stesso luogo il servizio omnidirezionale, erogato in tutte le direzioni e 4) mostrano servizi che forniscono benefici direzionali. (ridisegnato da Costanza, 2008)1 - DOVE - Mappa dellofferta e domandaP - BPBBPBP1423La tab presenta variabili di secondo livello per lanalisi identificate in molte ricerche empiriche che influenzano le interazioni e i risultati, la scelta delle variabili rilevanti dipendono dalla particolare domanda sotto studio, il tipo di SES, e le scale spaziali e temporali.Un esempio di applicazione dello schema: quando gli utilizzatori di una risorsa investiranno tempo ed energia per evitare una tragedia dei beni comuni? Hardin assumeva che gli users qualora intrappolati in un accelerato sovrautilizzo, non investirebbero mai tempo e energia per estrarsi da questa trappola. Diversi studi hanno trovato che users di diversi risorse hanno investioo nel disegnare e implementare sistemi costosi di governo per aumentare la probabilit di sostenere le risorse. Questo dipende dalla percezione del beneficio correlato () rispetto ai costi, nel breve tempo, rispetto alla paura di fallire lo sforzo, che qualcuno possa infrangere le regole quindi trarne profitto, che porterebbe a evitare i costi immediati e a continuare lo sovra-sfruttamento. Alcune variabili sono identificate come positivamente o negativamente correlate alla probabilit che gli utenti si organizzino per gestire una risorsa, le stesse potenzialmente importanti per comprendere la sostenibilit a quando attivit auto-organizzate si presentaranno, bisogna indagare su come queste influenzano i costi e benefici percepiti. La dimensione del sistema di risorse: foreste, grandi distese difficilmente sono gestite in modo auto-organizzato per il costo di definire i confini (fisicamente, circordarli con marcatori, segnali, recinti) monitorare luso e la distribuzione delluso (use pattern) e collezionare una conoscenza ecologica. Territori troppo piccoli non generano un significativo flusso di prodotti. Cos territori modesti risultano i pi probabili candidati ad essere gestiti in modo auto-organizzato. Pescatori che gestiscono una modesta parte di costa, o di lago, o di fiumi anche sono pi probabilmente gestiti in modo organizzato che pescatori che viaggiano attraverso gli oceani in cerca di pescato ad alto valore.Produttivit del sistema: produttivit ha una relazione curvilineare con lauto-organizzazione per tutti i settori, se una risorsa idrica e area di pesca esaurita o apparentemente molto abbondante gli users non vedranno la necessit di gestirla per il futuro, gli users hanno bisogno di osservare qualche scarsit prima di investire nellauto-organizzazione.Predicibilit del sistema complesso: i sist dinami necessitano di essere sufficientemente predicibili perch gli users possano stimare cosa succederebbe se loro stabiliscono una particolare regola di uso, consumo, o territorio no-entry (sistemi forestali sono pi facilmente predicibili di sistemi acquatici).Scelte e regole collettive: quando gli users hanno una piena autonomia a livello di scelte collettive di creare e rinforzare proprie regole (come comunit montane del Nepal, di pescatori in Messico, o nel Regole di Spinale-Manez), affrontano minori costi nella difesa della risorsa e nello scambio.Mobilit della risorsa: per i costi di osservazione e gestione di un sistema, lauto-organizzazione meno probabile con risorse mobili, come specie selvatiche, lacqua in un fiume non regolato, rispetto a unit di risorsa immobili come alberi, acqua in un lago o bacino.Numero degli users: impatto della dimensione del gruppo nei costi di scambio di auto-organizzazione tendono ad essere negativi dato il pi alto costo per coinvolgere gli users e concordare e condividere i cambiamenti. Daltra parte nella gestione di una risorsa, sebbene monitorare estese comunit forestali in India possano essere veramente costosi, gruppi pi grandi possono mobilizzare grandi risorse e energie suffiicienti. La dimensione sempre rilevante ma il suo effetto sullauto-organizzazione dipende da altre variabili del SES, e dati di attivit di gestione. Leadership: quando qualche users di qc tipo di sistema di risorsa ha capacit imprenditoriali, rispettato come leader locale e risultato di una precedente organizzazione per altri scopi, lautorganizazzione pi probabile. La presenza di laureati e anziani influenti, per esempio, ha avuto una forte correlazione positiva sullo stabilirsi di organizazzioni irrigue in un campionamento stratificato di 48 sistemi irrigui in Karnataka e Rajastan in India.Norms/social capital: utenti di tutti i tipi di sistemi risorsa che condividono standard morali etici, riguardo al comportamento nel gruppo, cos le norme di reciprocit, con un sufficiente fiducia nellaltro che to mantenere gli accordi, avranno minori costi di scambio nella ricerca di accordi e minori costi di monitoraggioKnowledge of the SES: quando gli users condividono importante conoscenze sui rilevanti attributi del SES, su come le loro azioni influenzano le altre, percepiranno minori costi di organizzazione. Al contrario se il sistema di risorse si rigenera lentamente mentre la popolazione cresce rapidamente, come nellIsola di Pasqua, gli users potrebbero non capire la CC della risorsa, fallire nellorganizzare luso, e distruggere la risorsa irreversibilmente.Importanza della risorsa: nei casi di successo di auto-organizzazione gli users sono sia dipendenti dalla risorsa per un parte importante della sussistenza o attribuiscono grande valore alla sostenibilit della risorsa. Altrimenti il costo di organizzazione e mantenimento di un sistema auto-organizzato pu non valerne la pena.Ottenere misure di queste 10 variabili sono un primo passo per analizzare se gli users di uno o pi SES si organizzerebbero. Lanalisi di queste relazioni arduo, sfidante, limpatto di una variabile dipende dal valore di altre, linterazione tra variabili non lineare, in moltri sistemi complessi. In ultimo se la sostenibilit dipende dagli users o da un governo che stabilisce le regole, queste regole possono non essere sufficienti nel lungo periodo.Se il set iniziale di regole stabilite dagli users o da un governo non sono congruenti con le condizioni locali la sostenibilit a lungo periodo non pu essere raggiunta. Studi su sistemi di irrigazione, forest, pesca suggeriscono che la sostenibilit di lungo periodo dipende da regola coerenti con gli attributi dei resource system, delle resource unit, e gli usi. Regole che impediscono la pesca di gamberi femmina pieni di uova sono facili da monitorare, le uove sono visibili sul carapace, per altri pesci pu essere pi difficile. Semplici linee guida governative non funzionano. Per es. La quota totale di pescato stabilito dal governo canadese per la pesca sulla costa ovest, ha provocato la chiusura della pesca nel 95.Qualitativi e dati quantitativi sono necessari, e devono esser usati per costruire e testare modelli teorici dei costi e benefici tra governi, comunit e individui e portare a politiche innovative.9Come valutare gli ecosistemi

1 - DOVE - Mappa dellofferta e domandaLa tab presenta variabili di secondo livello per lanalisi identificate in molte ricerche empiriche che influenzano le interazioni e i risultati, la scelta delle variabili rilevanti dipendono dalla particolare domanda sotto studio, il tipo di SES, e le scale spaziali e temporali.Un esempio di applicazione dello schema: quando gli utilizzatori di una risorsa investiranno tempo ed energia per evitare una tragedia dei beni comuni? Hardin assumeva che gli users qualora intrappolati in un accelerato sovrautilizzo, non investirebbero mai tempo e energia per estrarsi da questa trappola. Diversi studi hanno trovato che users di diversi risorse hanno investioo nel disegnare e implementare sistemi costosi di governo per aumentare la probabilit di sostenere le risorse. Questo dipende dalla percezione del beneficio correlato () rispetto ai costi, nel breve tempo, rispetto alla paura di fallire lo sforzo, che qualcuno possa infrangere le regole quindi trarne profitto, che porterebbe a evitare i costi immediati e a continuare lo sovra-sfruttamento. Alcune variabili sono identificate come positivamente o negativamente correlate alla probabilit che gli utenti si organizzino per gestire una risorsa, le stesse potenzialmente importanti per comprendere la sostenibilit a quando attivit auto-organizzate si presentaranno, bisogna indagare su come queste influenzano i costi e benefici percepiti. La dimensione del sistema di risorse: foreste, grandi distese difficilmente sono gestite in modo auto-organizzato per il costo di definire i confini (fisicamente, circordarli con marcatori, segnali, recinti) monitorare luso e la distribuzione delluso (use pattern) e collezionare una conoscenza ecologica. Territori troppo piccoli non generano un significativo flusso di prodotti. Cos territori modesti risultano i pi probabili candidati ad essere gestiti in modo auto-organizzato. Pescatori che gestiscono una modesta parte di costa, o di lago, o di fiumi anche sono pi probabilmente gestiti in modo organizzato che pescatori che viaggiano attraverso gli oceani in cerca di pescato ad alto valore.Produttivit del sistema: produttivit ha una relazione curvilineare con lauto-organizzazione per tutti i settori, se una risorsa idrica e area di pesca esaurita o apparentemente molto abbondante gli users non vedranno la necessit di gestirla per il futuro, gli users hanno bisogno di osservare qualche scarsit prima di investire nellauto-organizzazione.Predicibilit del sistema complesso: i sist dinami necessitano di essere sufficientemente predicibili perch gli users possano stimare cosa succederebbe se loro stabiliscono una particolare regola di uso, consumo, o territorio no-entry (sistemi forestali sono pi facilmente predicibili di sistemi acquatici).Scelte e regole collettive: quando gli users hanno una piena autonomia a livello di scelte collettive di creare e rinforzare proprie regole (come comunit montane del Nepal, di pescatori in Messico, o nel Regole di Spinale-Manez), affrontano minori costi nella difesa della risorsa e nello scambio.Mobilit della risorsa: per i costi di osservazione e gestione di un sistema, lauto-organizzazione meno probabile con risorse mobili, come specie selvatiche, lacqua in un fiume non regolato, rispetto a unit di risorsa immobili come alberi, acqua in un lago o bacino.Numero degli users: impatto della dimensione del gruppo nei costi di scambio di auto-organizzazione tendono ad essere negativi dato il pi alto costo per coinvolgere gli users e concordare e condividere i cambiamenti. Daltra parte nella gestione di una risorsa, sebbene monitorare estese comunit forestali in India possano essere veramente costosi, gruppi pi grandi possono mobilizzare grandi risorse e energie suffiicienti. La dimensione sempre rilevante ma il suo effetto sullauto-organizzazione dipende da altre variabili del SES, e dati di attivit di gestione. Leadership: quando qualche users di qc tipo di sistema di risorsa ha capacit imprenditoriali, rispettato come leader locale e risultato di una precedente organizzazione per altri scopi, lautorganizazzione pi probabile. La presenza di laureati e anziani influenti, per esempio, ha avuto una forte correlazione positiva sullo stabilirsi di organizazzioni irrigue in un campionamento stratificato di 48 sistemi irrigui in Karnataka e Rajastan in India.Norms/social capital: utenti di tutti i tipi di sistemi risorsa che condividono standard morali etici, riguardo al comportamento nel gruppo, cos le norme di reciprocit, con un sufficiente fiducia nellaltro che to mantenere gli accordi, avranno minori costi di scambio nella ricerca di accordi e minori costi di monitoraggioKnowledge of the SES: quando gli users condividono importante conoscenze sui rilevanti attributi del SES, su come le loro azioni influenzano le altre, percepiranno minori costi di organizzazione. Al contrario se il sistema di risorse si rigenera lentamente mentre la popolazione cresce rapidamente, come nellIsola di Pasqua, gli users potrebbero non capire la CC della risorsa, fallire nellorganizzare luso, e distruggere la risorsa irreversibilmente.Importanza della risorsa: nei casi di successo di auto-organizzazione gli users sono sia dipendenti dalla risorsa per un parte importante della sussistenza o attribuiscono grande valore alla sostenibilit della risorsa. Altrimenti il costo di organizzazione e mantenimento di un sistema auto-organizzato pu non valerne la pena.Ottenere misure di queste 10 variabili sono un primo passo per analizzare se gli users di uno o pi SES si organizzerebbero. Lanalisi di queste relazioni arduo, sfidante, limpatto di una variabile dipende dal valore di altre, linterazione tra variabili non lineare, in moltri sistemi complessi. In ultimo se la sostenibilit dipende dagli users o da un governo che stabilisce le regole, queste regole possono non essere sufficienti nel lungo periodo.Se il set iniziale di regole stabilite dagli users o da un governo non sono congruenti con le condizioni locali la sostenibilit a lungo periodo non pu essere raggiunta. Studi su sistemi di irrigazione, forest, pesca suggeriscono che la sostenibilit di lungo periodo dipende da regola coerenti con gli attributi dei resource system, delle resource unit, e gli usi. Regole che impediscono la pesca di gamberi femmina pieni di uova sono facili da monitorare, le uove sono visibili sul carapace, per altri pesci pu essere pi difficile. Semplici linee guida governative non funzionano. Per es. La quota totale di pescato stabilito dal governo canadese per la pesca sulla costa ovest, ha provocato la chiusura della pesca nel 95.Qualitativi e dati quantitativi sono necessari, e devono esser usati per costruire e testare modelli teorici dei costi e benefici tra governi, comunit e individui e portare a politiche innovative.10Come valutare gli ecosistemi1 - DOVE - Mappa dellofferta e domanda

Burkhard B. et al. (2012) Mapping ecosystem service supply, demand and budgets. Ecological Indicators 21: 1729La tab presenta variabili di secondo livello per lanalisi identificate in molte ricerche empiriche che influenzano le interazioni e i risultati, la scelta delle variabili rilevanti dipendono dalla particolare domanda sotto studio, il tipo di SES, e le scale spaziali e temporali.Un esempio di applicazione dello schema: quando gli utilizzatori di una risorsa investiranno tempo ed energia per evitare una tragedia dei beni comuni? Hardin assumeva che gli users qualora intrappolati in un accelerato sovrautilizzo, non investirebbero mai tempo e energia per estrarsi da questa trappola. Diversi studi hanno trovato che users di diversi risorse hanno investioo nel disegnare e implementare sistemi costosi di governo per aumentare la probabilit di sostenere le risorse. Questo dipende dalla percezione del beneficio correlato () rispetto ai costi, nel breve tempo, rispetto alla paura di fallire lo sforzo, che qualcuno possa infrangere le regole quindi trarne profitto, che porterebbe a evitare i costi immediati e a continuare lo sovra-sfruttamento. Alcune variabili sono identificate come positivamente o negativamente correlate alla probabilit che gli utenti si organizzino per gestire una risorsa, le stesse potenzialmente importanti per comprendere la sostenibilit a quando attivit auto-organizzate si presentaranno, bisogna indagare su come queste influenzano i costi e benefici percepiti. La dimensione del sistema di risorse: foreste, grandi distese difficilmente sono gestite in modo auto-organizzato per il costo di definire i confini (fisicamente, circordarli con marcatori, segnali, recinti) monitorare luso e la distribuzione delluso (use pattern) e collezionare una conoscenza ecologica. Territori troppo piccoli non generano un significativo flusso di prodotti. Cos territori modesti risultano i pi probabili candidati ad essere gestiti in modo auto-organizzato. Pescatori che gestiscono una modesta parte di costa, o di lago, o di fiumi anche sono pi probabilmente gestiti in modo organizzato che pescatori che viaggiano attraverso gli oceani in cerca di pescato ad alto valore.Produttivit del sistema: produttivit ha una relazione curvilineare con lauto-organizzazione per tutti i settori, se una risorsa idrica e area di pesca esaurita o apparentemente molto abbondante gli users non vedranno la necessit di gestirla per il futuro, gli users hanno bisogno di osservare qualche scarsit prima di investire nellauto-organizzazione.Predicibilit del sistema complesso: i sist dinami necessitano di essere sufficientemente predicibili perch gli users possano stimare cosa succederebbe se loro stabiliscono una particolare regola di uso, consumo, o territorio no-entry (sistemi forestali sono pi facilmente predicibili di sistemi acquatici).Scelte e regole collettive: quando gli users hanno una piena autonomia a livello di scelte collettive di creare e rinforzare proprie regole (come comunit montane del Nepal, di pescatori in Messico, o nel Regole di Spinale-Manez), affrontano minori costi nella difesa della risorsa e nello scambio.Mobilit della risorsa: per i costi di osservazione e gestione di un sistema, lauto-organizzazione meno probabile con risorse mobili, come specie selvatiche, lacqua in un fiume non regolato, rispetto a unit di risorsa immobili come alberi, acqua in un lago o bacino.Numero degli users: impatto della dimensione del gruppo nei costi di scambio di auto-organizzazione tendono ad essere negativi dato il pi alto costo per coinvolgere gli users e concordare e condividere i cambiamenti. Daltra parte nella gestione di una risorsa, sebbene monitorare estese comunit forestali in India possano essere veramente costosi, gruppi pi grandi possono mobilizzare grandi risorse e energie suffiicienti. La dimensione sempre rilevante ma il suo effetto sullauto-organizzazione dipende da altre variabili del SES, e dati di attivit di gestione. Leadership: quando qualche users di qc tipo di sistema di risorsa ha capacit imprenditoriali, rispettato come leader locale e risultato di una precedente organizzazione per altri scopi, lautorganizazzione pi probabile. La presenza di laureati e anziani influenti, per esempio, ha avuto una forte correlazione positiva sullo stabilirsi di organizazzioni irrigue in un campionamento stratificato di 48 sistemi irrigui in Karnataka e Rajastan in India.Norms/social capital: utenti di tutti i tipi di sistemi risorsa che condividono standard morali etici, riguardo al comportamento nel gruppo, cos le norme di reciprocit, con un sufficiente fiducia nellaltro che to mantenere gli accordi, avranno minori costi di scambio nella ricerca di accordi e minori costi di monitoraggioKnowledge of the SES: quando gli users condividono importante conoscenze sui rilevanti attributi del SES, su come le loro azioni influenzano le altre, percepiranno minori costi di organizzazione. Al contrario se il sistema di risorse si rigenera lentamente mentre la popolazione cresce rapidamente, come nellIsola di Pasqua, gli users potrebbero non capire la CC della risorsa, fallire nellorganizzare luso, e distruggere la risorsa irreversibilmente.Importanza della risorsa: nei casi di successo di auto-organizzazione gli users sono sia dipendenti dalla risorsa per un parte importante della sussistenza o attribuiscono grande valore alla sostenibilit della risorsa. Altrimenti il costo di organizzazione e mantenimento di un sistema auto-organizzato pu non valerne la pena.Ottenere misure di queste 10 variabili sono un primo passo per analizzare se gli users di uno o pi SES si organizzerebbero. Lanalisi di queste relazioni arduo, sfidante, limpatto di una variabile dipende dal valore di altre, linterazione tra variabili non lineare, in moltri sistemi complessi. In ultimo se la sostenibilit dipende dagli users o da un governo che stabilisce le regole, queste regole possono non essere sufficienti nel lungo periodo.Se il set iniziale di regole stabilite dagli users o da un governo non sono congruenti con le condizioni locali la sostenibilit a lungo periodo non pu essere raggiunta. Studi su sistemi di irrigazione, forest, pesca suggeriscono che la sostenibilit di lungo periodo dipende da regola coerenti con gli attributi dei resource system, delle resource unit, e gli usi. Regole che impediscono la pesca di gamberi femmina pieni di uova sono facili da monitorare, le uove sono visibili sul carapace, per altri pesci pu essere pi difficile. Semplici linee guida governative non funzionano. Per es. La quota totale di pescato stabilito dal governo canadese per la pesca sulla costa ovest, ha provocato la chiusura della pesca nel 95.Qualitativi e dati quantitativi sono necessari, e devono esser usati per costruire e testare modelli teorici dei costi e benefici tra governi, comunit e individui e portare a politiche innovative.11

Come valutare gli ecosistemi2 - VALORE ECONOMICO POTENZIALE metodo Benefit transferScolozzi R. Et al. (2012) Delphi-based change assessment in ecosystem service values to support strategic spatial planning in Italian landscapes. Ecological Indicators 21: 134144

La tab presenta variabili di secondo livello per lanalisi identificate in molte ricerche empiriche che influenzano le interazioni e i risultati, la scelta delle variabili rilevanti dipendono dalla particolare domanda sotto studio, il tipo di SES, e le scale spaziali e temporali.Un esempio di applicazione dello schema: quando gli utilizzatori di una risorsa investiranno tempo ed energia per evitare una tragedia dei beni comuni? Hardin assumeva che gli users qualora intrappolati in un accelerato sovrautilizzo, non investirebbero mai tempo e energia per estrarsi da questa trappola. Diversi studi hanno trovato che users di diversi risorse hanno investioo nel disegnare e implementare sistemi costosi di governo per aumentare la probabilit di sostenere le risorse. Questo dipende dalla percezione del beneficio correlato () rispetto ai costi, nel breve tempo, rispetto alla paura di fallire lo sforzo, che qualcuno possa infrangere le regole quindi trarne profitto, che porterebbe a evitare i costi immediati e a continuare lo sovra-sfruttamento. Alcune variabili sono identificate come positivamente o negativamente correlate alla probabilit che gli utenti si organizzino per gestire una risorsa, le stesse potenzialmente importanti per comprendere la sostenibilit a quando attivit auto-organizzate si presentaranno, bisogna indagare su come queste influenzano i costi e benefici percepiti. La dimensione del sistema di risorse: foreste, grandi distese difficilmente sono gestite in modo auto-organizzato per il costo di definire i confini (fisicamente, circordarli con marcatori, segnali, recinti) monitorare luso e la distribuzione delluso (use pattern) e collezionare una conoscenza ecologica. Territori troppo piccoli non generano un significativo flusso di prodotti. Cos territori modesti risultano i pi probabili candidati ad essere gestiti in modo auto-organizzato. Pescatori che gestiscono una modesta parte di costa, o di lago, o di fiumi anche sono pi probabilmente gestiti in modo organizzato che pescatori che viaggiano attraverso gli oceani in cerca di pescato ad alto valore.Produttivit del sistema: produttivit ha una relazione curvilineare con lauto-organizzazione per tutti i settori, se una risorsa idrica e area di pesca esaurita o apparentemente molto abbondante gli users non vedranno la necessit di gestirla per il futuro, gli users hanno bisogno di osservare qualche scarsit prima di investire nellauto-organizzazione.Predicibilit del sistema complesso: i sist dinami necessitano di essere sufficientemente predicibili perch gli users possano stimare cosa succederebbe se loro stabiliscono una particolare regola di uso, consumo, o territorio no-entry (sistemi forestali sono pi facilmente predicibili di sistemi acquatici).Scelte e regole collettive: quando gli users hanno una piena autonomia a livello di scelte collettive di creare e rinforzare proprie regole (come comunit montane del Nepal, di pescatori in Messico, o nel Regole di Spinale-Manez), affrontano minori costi nella difesa della risorsa e nello scambio.Mobilit della risorsa: per i costi di osservazione e gestione di un sistema, lauto-organizzazione meno probabile con risorse mobili, come specie selvatiche, lacqua in un fiume non regolato, rispetto a unit di risorsa immobili come alberi, acqua in un lago o bacino.Numero degli users: impatto della dimensione del gruppo nei costi di scambio di auto-organizzazione tendono ad essere negativi dato il pi alto costo per coinvolgere gli users e concordare e condividere i cambiamenti. Daltra parte nella gestione di una risorsa, sebbene monitorare estese comunit forestali in India possano essere veramente costosi, gruppi pi grandi possono mobilizzare grandi risorse e energie suffiicienti. La dimensione sempre rilevante ma il suo effetto sullauto-organizzazione dipende da altre variabili del SES, e dati di attivit di gestione. Leadership: quando qualche users di qc tipo di sistema di risorsa ha capacit imprenditoriali, rispettato come leader locale e risultato di una precedente organizzazione per altri scopi, lautorganizazzione pi probabile. La presenza di laureati e anziani influenti, per esempio, ha avuto una forte correlazione positiva sullo stabilirsi di organizazzioni irrigue in un campionamento stratificato di 48 sistemi irrigui in Karnataka e Rajastan in India.Norms/social capital: utenti di tutti i tipi di sistemi risorsa che condividono standard morali etici, riguardo al comportamento nel gruppo, cos le norme di reciprocit, con un sufficiente fiducia nellaltro che to mantenere gli accordi, avranno minori costi di scambio nella ricerca di accordi e minori costi di monitoraggioKnowledge of the SES: quando gli users condividono importante conoscenze sui rilevanti attributi del SES, su come le loro azioni influenzano le altre, percepiranno minori costi di organizzazione. Al contrario se il sistema di risorse si rigenera lentamente mentre la popolazione cresce rapidamente, come nellIsola di Pasqua, gli users potrebbero non capire la CC della risorsa, fallire nellorganizzare luso, e distruggere la risorsa irreversibilmente.Importanza della risorsa: nei casi di successo di auto-organizzazione gli users sono sia dipendenti dalla risorsa per un parte importante della sussistenza o attribuiscono grande valore alla sostenibilit della risorsa. Altrimenti il costo di organizzazione e mantenimento di un sistema auto-organizzato pu non valerne la pena.Ottenere misure di queste 10 variabili sono un primo passo per analizzare se gli users di uno o pi SES si organizzerebbero. Lanalisi di queste relazioni arduo, sfidante, limpatto di una variabile dipende dal valore di altre, linterazione tra variabili non lineare, in moltri sistemi complessi. In ultimo se la sostenibilit dipende dagli users o da un governo che stabilisce le regole, queste regole possono non essere sufficienti nel lungo periodo.Se il set iniziale di regole stabilite dagli users o da un governo non sono congruenti con le condizioni locali la sostenibilit a lungo periodo non pu essere raggiunta. Studi su sistemi di irrigazione, forest, pesca suggeriscono che la sostenibilit di lungo periodo dipende da regola coerenti con gli attributi dei resource system, delle resource unit, e gli usi. Regole che impediscono la pesca di gamberi femmina pieni di uova sono facili da monitorare, le uove sono visibili sul carapace, per altri pesci pu essere pi difficile. Semplici linee guida governative non funzionano. Per es. La quota totale di pescato stabilito dal governo canadese per la pesca sulla costa ovest, ha provocato la chiusura della pesca nel 95.Qualitativi e dati quantitativi sono necessari, e devono esser usati per costruire e testare modelli teorici dei costi e benefici tra governi, comunit e individui e portare a politiche innovative.12Come valutare gli ecosistemi3 - VALORE REALE Valore Economico Totale (1)ComponenteValore Economico TotaleDati o indicatori usatiFonteValore duso direttoServizio produttivo (usato)Legno Prezzo macchiatico per produttivit delle particelle forestali (come da piano economico forestale)Provvigione media per formazione forestaleServizio Foreste PATFunghi Tre approcci a confronto:a-numero di permessi alla raccolta1, somma del loro costo2b-funghi freschi (potenzialmente) raccolti per ogni permesso giornaliero equivalente: 2 kg/permesso3 x prezzo mercatoc-produttivit media dei boschi per prezzo mercato di funghi freschiPrezzo medio3 al kg (media tra finferli e porcini) fresco: 22.50 /kgComuni, PNABMercati periodici (Trento)Selvaggina Numero capi abbattuti, prezzo stimato4 al kg della carne di selvaggina (5/Kg)Dati Servizio Foreste, dati PNAB, Parere esperto (Associazione cacciatori trentini, valori di mercato austriaco, tedesco, sloveno)Acqua potabilePrelievi da sorgenti per uso domestico, prezzo indicativo5 consumo acqua potabile (esclusi servizi): 0.40/m3Servizio Statistica, Comuni PNABAcqua per idroelettricoProduttivit dati di costruzione, fattore di correzione cautelativo (0.5)6, valore medio di 1kWh secondo tariffa omnicomprensiva per fonti rinnovabili: 0.222 KWh Tariffa Omnicomprensiva D.M. 18/12/2008La tab presenta variabili di secondo livello per lanalisi identificate in molte ricerche empiriche che influenzano le interazioni e i risultati, la scelta delle variabili rilevanti dipendono dalla particolare domanda sotto studio, il tipo di SES, e le scale spaziali e temporali.Un esempio di applicazione dello schema: quando gli utilizzatori di una risorsa investiranno tempo ed energia per evitare una tragedia dei beni comuni? Hardin assumeva che gli users qualora intrappolati in un accelerato sovrautilizzo, non investirebbero mai tempo e energia per estrarsi da questa trappola. Diversi studi hanno trovato che users di diversi risorse hanno investioo nel disegnare e implementare sistemi costosi di governo per aumentare la probabilit di sostenere le risorse. Questo dipende dalla percezione del beneficio correlato () rispetto ai costi, nel breve tempo, rispetto alla paura di fallire lo sforzo, che qualcuno possa infrangere le regole quindi trarne profitto, che porterebbe a evitare i costi immediati e a continuare lo sovra-sfruttamento. Alcune variabili sono identificate come positivamente o negativamente correlate alla probabilit che gli utenti si organizzino per gestire una risorsa, le stesse potenzialmente importanti per comprendere la sostenibilit a quando attivit auto-organizzate si presentaranno, bisogna indagare su come queste influenzano i costi e benefici percepiti. La dimensione del sistema di risorse: foreste, grandi distese difficilmente sono gestite in modo auto-organizzato per il costo di definire i confini (fisicamente, circordarli con marcatori, segnali, recinti) monitorare luso e la distribuzione delluso (use pattern) e collezionare una conoscenza ecologica. Territori troppo piccoli non generano un significativo flusso di prodotti. Cos territori modesti risultano i pi probabili candidati ad essere gestiti in modo auto-organizzato. Pescatori che gestiscono una modesta parte di costa, o di lago, o di fiumi anche sono pi probabilmente gestiti in modo organizzato che pescatori che viaggiano attraverso gli oceani in cerca di pescato ad alto valore.Produttivit del sistema: produttivit ha una relazione curvilineare con lauto-organizzazione per tutti i settori, se una risorsa idrica e area di pesca esaurita o apparentemente molto abbondante gli users non vedranno la necessit di gestirla per il futuro, gli users hanno bisogno di osservare qualche scarsit prima di investire nellauto-organizzazione.Predicibilit del sistema complesso: i sist dinami necessitano di essere sufficientemente predicibili perch gli users possano stimare cosa succederebbe se loro stabiliscono una particolare regola di uso, consumo, o territorio no-entry (sistemi forestali sono pi facilmente predicibili di sistemi acquatici).Scelte e regole collettive: quando gli users hanno una piena autonomia a livello di scelte collettive di creare e rinforzare proprie regole (come comunit montane del Nepal, di pescatori in Messico, o nel Regole di Spinale-Manez), affrontano minori costi nella difesa della risorsa e nello scambio.Mobilit della risorsa: per i costi di osservazione e gestione di un sistema, lauto-organizzazione meno probabile con risorse mobili, come specie selvatiche, lacqua in un fiume non regolato, rispetto a unit di risorsa immobili come alberi, acqua in un lago o bacino.Numero degli users: impatto della dimensione del gruppo nei costi di scambio di auto-organizzazione tendono ad essere negativi dato il pi alto costo per coinvolgere gli users e concordare e condividere i cambiamenti. Daltra parte nella gestione di una risorsa, sebbene monitorare estese comunit forestali in India possano essere veramente costosi, gruppi pi grandi possono mobilizzare grandi risorse e energie suffiicienti. La dimensione sempre rilevante ma il suo effetto sullauto-organizzazione dipende da altre variabili del SES, e dati di attivit di gestione. Leadership: quando qualche users di qc tipo di sistema di risorsa ha capacit imprenditoriali, rispettato come leader locale e risultato di una precedente organizzazione per altri scopi, lautorganizazzione pi probabile. La presenza di laureati e anziani influenti, per esempio, ha avuto una forte correlazione positiva sullo stabilirsi di organizazzioni irrigue in un campionamento stratificato di 48 sistemi irrigui in Karnataka e Rajastan in India.Norms/social capital: utenti di tutti i tipi di sistemi risorsa che condividono standard morali etici, riguardo al comportamento nel gruppo, cos le norme di reciprocit, con un sufficiente fiducia nellaltro che to mantenere gli accordi, avranno minori costi di scambio nella ricerca di accordi e minori costi di monitoraggioKnowledge of the SES: quando gli users condividono importante conoscenze sui rilevanti attributi del SES, su come le loro azioni influenzano le altre, percepiranno minori costi di organizzazione. Al contrario se il sistema di risorse si rigenera lentamente mentre la popolazione cresce rapidamente, come nellIsola di Pasqua, gli users potrebbero non capire la CC della risorsa, fallire nellorganizzare luso, e distruggere la risorsa irreversibilmente.Importanza della risorsa: nei casi di successo di auto-organizzazione gli users sono sia dipendenti dalla risorsa per un parte importante della sussistenza o attribuiscono grande valore alla sostenibilit della risorsa. Altrimenti il costo di organizzazione e mantenimento di un sistema auto-organizzato pu non valerne la pena.Ottenere misure di queste 10 variabili sono un primo passo per analizzare se gli users di uno o pi SES si organizzerebbero. Lanalisi di queste relazioni arduo, sfidante, limpatto di una variabile dipende dal valore di altre, linterazione tra variabili non lineare, in moltri sistemi complessi. In ultimo se la sostenibilit dipende dagli users o da un governo che stabilisce le regole, queste regole possono non essere sufficienti nel lungo periodo.Se il set iniziale di regole stabilite dagli users o da un governo non sono congruenti con le condizioni locali la sostenibilit a lungo periodo non pu essere raggiunta. Studi su sistemi di irrigazione, forest, pesca suggeriscono che la sostenibilit di lungo periodo dipende da regola coerenti con gli attributi dei resource system, delle resource unit, e gli usi. Regole che impediscono la pesca di gamberi femmina pieni di uova sono facili da monitorare, le uove sono visibili sul carapace, per altri pesci pu essere pi difficile. Semplici linee guida governative non funzionano. Per es. La quota totale di pescato stabilito dal governo canadese per la pesca sulla costa ovest, ha provocato la chiusura della pesca nel 95.Qualitativi e dati quantitativi sono necessari, e devono esser usati per costruire e testare modelli teorici dei costi e benefici tra governi, comunit e individui e portare a politiche innovative.13Come valutare gli ecosistemiComponenteValore Economico TotaleDati o indicatori usatiFonteServizio culturaleValore ricreativoValore ricreativo - turistico dei boschi trentini: 47,55 2012/ha(Goio et al. 2008)valore rivalutato al gennaio 2012Valore ricreativo caccia- Stima spesa totale annua per lesercizio di caccia: media permessi/licenza caccia in Trentino + spesa media nazionale armi/munizioni + spesa media nazionale abbigliamento = 1720 per cacciatore- Numero di licenze di caccia relative al territorio del ParcoDati PNABAssociazione Cacciatori TrentiniFedercaccia 2011- Ricerca I cacciatori Italiani e la caccia7Valore duso indirettoServizio di regolazioneAssorbimento del carbonio come accrescimento medio di formazioni forestali-Prezzo atteso 20208: t CO2 (nel mercato crediti di carbonio): 31/ t CO2(Tonolli and Salvagni 2007)(Tvinnereim et al. 2011)Servizio di protezioneCosti di sostituzione con soluzioni equivalenti di ingegneria naturalistica per boschi in aree a diverso rischio: - ad alto rischio idrogeologico: 254,27 2012/ha- a rischio valanghivo: 608,89 2012/ha- a moderato rischio idrogeologico: 159,86 2012/haPi costo evitato di imbrigliamento torrenti per limitare il trasporto solido (vedi Notaro e Paletto, 2004)(Notaro and Paletto 2004)Prezzi 2004 rivalutati al gennaio 201292 - VALORE REALE Valore Economico Totale (2)La tab presenta variabili di secondo livello per lanalisi identificate in molte ricerche empiriche che influenzano le interazioni e i risultati, la scelta delle variabili rilevanti dipendono dalla particolare domanda sotto studio, il tipo di SES, e le scale spaziali e temporali.Un esempio di applicazione dello schema: quando gli utilizzatori di una risorsa investiranno tempo ed energia per evitare una tragedia dei beni comuni? Hardin assumeva che gli users qualora intrappolati in un accelerato sovrautilizzo, non investirebbero mai tempo e energia per estrarsi da questa trappola. Diversi studi hanno trovato che users di diversi risorse hanno investioo nel disegnare e implementare sistemi costosi di governo per aumentare la probabilit di sostenere le risorse. Questo dipende dalla percezione del beneficio correlato () rispetto ai costi, nel breve tempo, rispetto alla paura di fallire lo sforzo, che qualcuno possa infrangere le regole quindi trarne profitto, che porterebbe a evitare i costi immediati e a continuare lo sovra-sfruttamento. Alcune variabili sono identificate come positivamente o negativamente correlate alla probabilit che gli utenti si organizzino per gestire una risorsa, le stesse potenzialmente importanti per comprendere la sostenibilit a quando attivit auto-organizzate si presentaranno, bisogna indagare su come queste influenzano i costi e benefici percepiti. La dimensione del sistema di risorse: foreste, grandi distese difficilmente sono gestite in modo auto-organizzato per il costo di definire i confini (fisicamente, circordarli con marcatori, segnali, recinti) monitorare luso e la distribuzione delluso (use pattern) e collezionare una conoscenza ecologica. Territori troppo piccoli non generano un significativo flusso di prodotti. Cos territori modesti risultano i pi probabili candidati ad essere gestiti in modo auto-organizzato. Pescatori che gestiscono una modesta parte di costa, o di lago, o di fiumi anche sono pi probabilmente gestiti in modo organizzato che pescatori che viaggiano attraverso gli oceani in cerca di pescato ad alto valore.Produttivit del sistema: produttivit ha una relazione curvilineare con lauto-organizzazione per tutti i settori, se una risorsa idrica e area di pesca esaurita o apparentemente molto abbondante gli users non vedranno la necessit di gestirla per il futuro, gli users hanno bisogno di osservare qualche scarsit prima di investire nellauto-organizzazione.Predicibilit del sistema complesso: i sist dinami necessitano di essere sufficientemente predicibili perch gli users possano stimare cosa succederebbe se loro stabiliscono una particolare regola di uso, consumo, o territorio no-entry (sistemi forestali sono pi facilmente predicibili di sistemi acquatici).Scelte e regole collettive: quando gli users hanno una piena autonomia a livello di scelte collettive di creare e rinforzare proprie regole (come comunit montane del Nepal, di pescatori in Messico, o nel Regole di Spinale-Manez), affrontano minori costi nella difesa della risorsa e nello scambio.Mobilit della risorsa: per i costi di osservazione e gestione di un sistema, lauto-organizzazione meno probabile con risorse mobili, come specie selvatiche, lacqua in un fiume non regolato, rispetto a unit di risorsa immobili come alberi, acqua in un lago o bacino.Numero degli users: impatto della dimensione del gruppo nei costi di scambio di auto-organizzazione tendono ad essere negativi dato il pi alto costo per coinvolgere gli users e concordare e condividere i cambiamenti. Daltra parte nella gestione di una risorsa, sebbene monitorare estese comunit forestali in India possano essere veramente costosi, gruppi pi grandi possono mobilizzare grandi risorse e energie suffiicienti. La dimensione sempre rilevante ma il suo effetto sullauto-organizzazione dipende da altre variabili del SES, e dati di attivit di gestione. Leadership: quando qualche users di qc tipo di sistema di risorsa ha capacit imprenditoriali, rispettato come leader locale e risultato di una precedente organizzazione per altri scopi, lautorganizazzione pi probabile. La presenza di laureati e anziani influenti, per esempio, ha avuto una forte correlazione positiva sullo stabilirsi di organizazzioni irrigue in un campionamento stratificato di 48 sistemi irrigui in Karnataka e Rajastan in India.Norms/social capital: utenti di tutti i tipi di sistemi risorsa che condividono standard morali etici, riguardo al comportamento nel gruppo, cos le norme di reciprocit, con un sufficiente fiducia nellaltro che to mantenere gli accordi, avranno minori costi di scambio nella ricerca di accordi e minori costi di monitoraggioKnowledge of the SES: quando gli users condividono importante conoscenze sui rilevanti attributi del SES, su come le loro azioni influenzano le altre, percepiranno minori costi di organizzazione. Al contrario se il sistema di risorse si rigenera lentamente mentre la popolazione cresce rapidamente, come nellIsola di Pasqua, gli users potrebbero non capire la CC della risorsa, fallire nellorganizzare luso, e distruggere la risorsa irreversibilmente.Importanza della risorsa: nei casi di successo di auto-organizzazione gli users sono sia dipendenti dalla risorsa per un parte importante della sussistenza o attribuiscono grande valore alla sostenibilit della risorsa. Altrimenti il costo di organizzazione e mantenimento di un sistema auto-organizzato pu non valerne la pena.Ottenere misure di queste 10 variabili sono un primo passo per analizzare se gli users di uno o pi SES si organizzerebbero. Lanalisi di queste relazioni arduo, sfidante, limpatto di una variabile dipende dal valore di altre, linterazione tra variabili non lineare, in moltri sistemi complessi. In ultimo se la sostenibilit dipende dagli users o da un governo che stabilisce le regole, queste regole possono non essere sufficienti nel lungo periodo.Se il set iniziale di regole stabilite dagli users o da un governo non sono congruenti con le condizioni locali la sostenibilit a lungo periodo non pu essere raggiunta. Studi su sistemi di irrigazione, forest, pesca suggeriscono che la sostenibilit di lungo periodo dipende da regola coerenti con gli attributi dei resource system, delle resource unit, e gli usi. Regole che impediscono la pesca di gamberi femmina pieni di uova sono facili da monitorare, le uove sono visibili sul carapace, per altri pesci pu essere pi difficile. Semplici linee guida governative non funzionano. Per es. La quota totale di pescato stabilito dal governo canadese per la pesca sulla costa ovest, ha provocato la chiusura della pesca nel 95.Qualitativi e dati quantitativi sono necessari, e devono esser usati per costruire e testare modelli teorici dei costi e benefici tra governi, comunit e individui e portare a politiche innovative.14Risultati per il Parco Adamello Brenta1- Mappe dellofferta e domandaServizio di produzione: ricarica delle falde e sorgentiTipo derivazioneN derivazioniVolume medio annuo (m3)Altri usi (vari)79.314Antincendio1630.720Fontana Pubblica217.040Idroelettrico - piccoli impianti2139.516.388Idroelettrico - grandi impianti41n.d.Igienico e Assimilati60803.898Industriale per usi vari2208.224Irriguo1614.830.288Uso Potabile13515.187.811Stabilimenti pescicoltura4n.d.Zootecnico7790.675

La tab presenta variabili di secondo livello per lanalisi identificate in molte ricerche empiriche che influenzano le interazioni e i risultati, la scelta delle variabili rilevanti dipendono dalla particolare domanda sotto studio, il tipo di SES, e le scale spaziali e temporali.Un esempio di applicazione dello schema: quando gli utilizzatori di una risorsa investiranno tempo ed energia per evitare una tragedia dei beni comuni? Hardin assumeva che gli users qualora intrappolati in un accelerato sovrautilizzo, non investirebbero mai tempo e energia per estrarsi da questa trappola. Diversi studi hanno trovato che users di diversi risorse hanno investioo nel disegnare e implementare sistemi costosi di governo per aumentare la probabilit di sostenere le risorse. Questo dipende dalla percezione del beneficio correlato () rispetto ai costi, nel breve tempo, rispetto alla paura di fallire lo sforzo, che qualcuno possa infrangere le regole quindi trarne profitto, che porterebbe a evitare i costi immediati e a continuare lo sovra-sfruttamento. Alcune variabili sono identificate come positivamente o negativamente correlate alla probabilit che gli utenti si organizzino per gestire una risorsa, le stesse potenzialmente importanti per comprendere la sostenibilit a quando attivit auto-organizzate si presentaranno, bisogna indagare su come queste influenzano i costi e benefici percepiti. La dimensione del sistema di risorse: foreste, grandi distese difficilmente sono gestite in modo auto-organizzato per il costo di definire i confini (fisicamente, circordarli con marcatori, segnali, recinti) monitorare luso e la distribuzione delluso (use pattern) e collezionare una conoscenza ecologica. Territori troppo piccoli non generano un significativo flusso di prodotti. Cos territori modesti risultano i pi probabili candidati ad essere gestiti in modo auto-organizzato. Pescatori che gestiscono una modesta parte di costa, o di lago, o di fiumi anche sono pi probabilmente gestiti in modo organizzato che pescatori che viaggiano attraverso gli oceani in cerca di pescato ad alto valore.Produttivit del sistema: produttivit ha una relazione curvilineare con lauto-organizzazione per tutti i settori, se una risorsa idrica e area di pesca esaurita o apparentemente molto abbondante gli users non vedranno la necessit di gestirla per il futuro, gli users hanno bisogno di osservare qualche scarsit prima di investire nellauto-organizzazione.Predicibilit del sistema complesso: i sist dinami necessitano di essere sufficientemente predicibili perch gli users possano stimare cosa succederebbe se loro stabiliscono una particolare regola di uso, consumo, o territorio no-entry (sistemi forestali sono pi facilmente predicibili di sistemi acquatici).Scelte e regole collettive: quando gli users hanno una piena autonomia a livello di scelte collettive di creare e rinforzare proprie regole (come comunit montane del Nepal, di pescatori in Messico, o nel Regole di Spinale-Manez), affrontano minori costi nella difesa della risorsa e nello scambio.Mobilit della risorsa: per i costi di osservazione e gestione di un sistema, lauto-organizzazione meno probabile con risorse mobili, come specie selvatiche, lacqua in un fiume non regolato, rispetto a unit di risorsa immobili come alberi, acqua in un lago o bacino.Numero degli users: impatto della dimensione del gruppo nei costi di scambio di auto-organizzazione tendono ad essere negativi dato il pi alto costo per coinvolgere gli users e concordare e condividere i cambiamenti. Daltra parte nella gestione di una risorsa, sebbene monitorare estese comunit forestali in India possano essere veramente costosi, gruppi pi grandi possono mobilizzare grandi risorse e energie suffiicienti. La dimensione sempre rilevante ma il suo effetto sullauto-organizzazione dipende da altre variabili del SES, e dati di attivit di gestione. Leadership: quando qualche users di qc tipo di sistema di risorsa ha capacit imprenditoriali, rispettato come leader locale e risultato di una precedente organizzazione per altri scopi, lautorganizazzione pi probabile. La presenza di laureati e anziani influenti, per esempio, ha avuto una forte correlazione positiva sullo stabilirsi di organizazzioni irrigue in un campionamento stratificato di 48 sistemi irrigui in Karnataka e Rajastan in India.Norms/social capital: utenti di tutti i tipi di sistemi risorsa che condividono standard morali etici, riguardo al comportamento nel gruppo, cos le norme di reciprocit, con un sufficiente fiducia nellaltro che to mantenere gli accordi, avranno minori costi di scambio nella ricerca di accordi e minori costi di monitoraggioKnowledge of the SES: quando gli users condividono importante conoscenze sui rilevanti attributi del SES, su come le loro azioni influenzano le altre, percepiranno minori costi di organizzazione. Al contrario se il sistema di risorse si rigenera lentamente mentre la popolazione cresce rapidamente, come nellIsola di Pasqua, gli users potrebbero non capire la CC della risorsa, fallire nellorganizzare luso, e distruggere la risorsa irreversibilmente.Importanza della risorsa: nei casi di successo di auto-organizzazione gli users sono sia dipendenti dalla risorsa per un parte importante della sussistenza o attribuiscono grande valore alla sostenibilit della risorsa. Altrimenti il costo di organizzazione e mantenimento di un sistema auto-organizzato pu non valerne la pena.Ottenere misure di queste 10 variabili sono un primo passo per analizzare se gli users di uno o pi SES si organizzerebbero. Lanalisi di queste relazioni arduo, sfidante, limpatto di una variabile dipende dal valore di altre, linterazione tra variabili non lineare, in moltri sistemi complessi. In ultimo se la sostenibilit dipende dagli users o da un governo che stabilisce le regole, queste regole possono non essere sufficienti nel lungo periodo.Se il set iniziale di regole stabilite dagli users o da un governo non sono congruenti con le condizioni locali la sostenibilit a lungo periodo non pu essere raggiunta. Studi su sistemi di irrigazione, forest, pesca suggeriscono che la sostenibilit di lungo periodo dipende da regola coerenti con gli attributi dei resource system, delle resource unit, e gli usi. Regole che impediscono la pesca di gamberi femmina pieni di uova sono facili da monitorare, le uove sono visibili sul carapace, per altri pesci pu essere pi difficile. Semplici linee guida governative non funzionano. Per es. La quota totale di pescato stabilito dal governo canadese per la pesca sulla costa ovest, ha provocato la chiusura della pesca nel 95.Qualitativi e dati quantitativi sono necessari, e devono esser usati per costruire e testare modelli teorici dei costi e benefici tra governi, comunit e individui e portare a politiche innovative.15Risultati per il Parco Adamello Brenta1 - Mappe dellofferta e domanda

Questo servizio emerge a livello locale e dipende dalla posizione e movimento del fruitore, la rappresentazione include strettamente il territorio del parco (ove il servizio si esplica).

La valutazione da interpretarsi come valore locale, cio potenzialmente percepito dal fruitore. In altre parole, un visitatore, in media e verosimilmente, assegner un valore pi alto al paesaggio se situato nelle aree fucsia, piuttosto che in quelle blu.

La tab presenta variabili di secondo livello per lanalisi identificate in molte ricerche empiriche che influenzano le interazioni e i risultati, la scelta delle variabili rilevanti dipendono dalla particolare domanda sotto studio, il tipo di SES, e le scale spaziali e temporali.Un esempio di applicazione dello schema: quando gli utilizzatori di una risorsa investiranno tempo ed energia per evitare una tragedia dei beni comuni? Hardin assumeva che gli users qualora intrappolati in un accelerato sovrautilizzo, non investirebbero mai tempo e energia per estrarsi da questa trappola. Diversi studi hanno trovato che users di diversi risorse hanno investioo nel disegnare e implementare sistemi costosi di governo per aumentare la probabilit di sostenere le risorse. Questo dipende dalla percezione del beneficio correlato () rispetto ai costi, nel breve tempo, rispetto alla paura di fallire lo sforzo, che qualcuno possa infrangere le regole quindi trarne profitto, che porterebbe a evitare i costi immediati e a continuare lo sovra-sfruttamento. Alcune variabili sono identificate come positivamente o negativamente correlate alla probabilit che gli utenti si organizzino per gestire una risorsa, le stesse potenzialmente importanti per comprendere la sostenibilit a quando attivit auto-organizzate si presentaranno, bisogna indagare su come queste influenzano i costi e benefici percepiti. La dimensione del sistema di risorse: foreste, grandi distese difficilmente sono gestite in modo auto-organizzato per il costo di definire i confini (fisicamente, circordarli con marcatori, segnali, recinti) monitorare luso e la distribuzione delluso (use pattern) e collezionare una conoscenza ecologica. Territori troppo piccoli non generano un significativo flusso di prodotti. Cos territori modesti risultano i pi probabili candidati ad essere gestiti in modo auto-organizzato. Pescatori che gestiscono una modesta parte di costa, o di lago, o di fiumi anche sono pi probabilmente gestiti in modo organizzato che pescatori che viaggiano attraverso gli oceani in cerca di pescato ad alto valore.Produttivit del sistema: produttivit ha una relazione curvilineare con lauto-organizzazione per tutti i settori, se una risorsa idrica e area di pesca esaurita o apparentemente molto abbondante gli users non vedranno la necessit di gestirla per il futuro, gli users hanno bisogno di osservare qualche scarsit prima di investire nellauto-organizzazione.Predicibilit del sistema complesso: i sist dinami necessitano di essere sufficientemente predicibili perch gli users possano stimare cosa succederebbe se loro stabiliscono una particolare regola di uso, consumo, o territorio no-entry (sistemi forestali sono pi facilmente predicibili di sistemi acquatici).Scelte e regole collettive: quando gli users hanno una piena autonomia a livello di scelte collettive di creare e rinforzare proprie regole (come comunit montane del Nepal, di pescatori in Messico, o nel Regole di Spinale-Manez), affrontano minori costi nella difesa della risorsa e nello scambio.Mobilit della risorsa: per i costi di osservazione e gestione di un sistema, lauto-organizzazione meno probabile con risorse mobili, come specie selvatiche, lacqua in un fiume non regolato, rispetto a unit di risorsa immobili come alberi, acqua in un lago o bacino.Numero degli users: impatto della dimensione del gruppo nei costi di scambio di auto-organizzazione tendono ad essere negativi dato il pi alto costo per coinvolgere gli users e concordare e condividere i cambiamenti. Daltra parte nella gestione di una risorsa, sebbene monitorare estese comunit forestali in India possano essere veramente costosi, gruppi pi grandi possono mobilizzare grandi risorse e energie suffiicienti. La dimensione sempre rilevante ma il suo effetto sullauto-organizzazione dipende da altre variabili del SES, e dati di attivit di gestione. Leadership: quando qualche users di qc tipo di sistema di risorsa ha capacit imprenditoriali, rispettato come leader locale e risultato di una precedente organizzazione per altri scopi, lautorganizazzione pi probabile. La presenza di laureati e anziani influenti, per esempio, ha avuto una forte correlazione positiva sullo stabilirsi di organizazzioni irrigue in un campionamento stratificato di 48 sistemi irrigui in Karnataka e Rajastan in India.Norms/social capital: utenti di tutti i tipi di sistemi risorsa che condividono standard morali etici, riguardo al comportamento nel gruppo, cos le norme di reciprocit, con un sufficiente fiducia nellaltro che to mantenere gli accordi, avranno minori costi di scambio nella ricerca di accordi e minori costi di monitoraggioKnowledge of the SES: quando gli users condividono importante conoscenze sui rilevanti attributi del SES, su come le loro azioni influenzano le altre, percepiranno minori costi di organizzazione. Al contrario se il sistema di risorse si rigenera lentamente mentre la popolazione cresce rapidamente, come nellIsola di Pasqua, gli users potrebbero non capire la CC della risorsa, fallire nellorganizzare luso, e distruggere la risorsa irreversibilmente.Importanza della risorsa: nei casi di successo di auto-organizzazione gli users sono sia dipendenti dalla risorsa per un parte importante della sussistenza o attribuiscono grande valore alla sostenibilit della risorsa. Altrimenti il costo di organizzazione e mantenimento di un sistema auto-organizzato pu non valerne la pena.Ottenere misure di queste 10 variabili sono un primo passo per analizzare se gli users di uno o pi SES si organizzerebbero. Lanalisi di queste relazioni arduo, sfidante, limpatto di una variabile dipende dal valore di altre, linterazione tra variabili non lineare, in moltri sistemi complessi. In ultimo se la sostenibilit dipende dagli users o da un governo che stabilisce le regole, queste regole possono non essere sufficienti nel lungo periodo.Se il set iniziale di regole stabilite dagli users o da un governo non sono congruenti con le condizioni locali la sostenibilit a lungo periodo non pu essere raggiunta. Studi su sistemi di irrigazione, forest, pesca suggeriscono che la sostenibilit di lungo periodo dipende da regola coerenti con gli attributi dei resource system, delle resource unit, e gli usi. Regole che impediscono la pesca di gamberi femmina pieni di uova sono facili da monitorare, le uove sono visibili sul carapace, per altri pesci pu essere pi difficile. Semplici linee guida governative non funzionano. Per es. La quota totale di pescato stabilito dal governo canadese per la pesca sulla costa ovest, ha provocato la chiusura della pesca nel 95.Qualitativi e dati quantitativi sono necessari, e devono esser usati per costruire e testare modelli teorici dei costi e benefici tra governi, comunit e individui e portare a politiche innovative.16Risultati per il Parco Adamello Brenta2 - Valore economico potenzialeServizi ecosistemiciValori2007/anno%Regolazione clima e gas atmosferici 2.554.7261,8%Mitigazione e prevenzione eventi dannosi 3.994.7852,8%Regolazione e fornitura acqua 99.899.68770,6%Assimilazione rifiuti e residui 2.223.9361,6%Regolazione nutrienti 7.417.3625,2%Funzione habitat biodiversit 13.866.9189,8%Servizi ricreativi 2.508.1301,8%Servizi estetico - percettivi 225.0700,2%Mantenimento e formazione dei suoli 609.4280,4%Impollinazione 8.104.5295,7%Totale 141.404.575100,0%

La tab presenta variabili di secondo livello per lanalisi identificate in molte ricerche empiriche che influenzano le interazioni e i risultati, la scelta delle variabili rilevanti dipendono dalla particolare domanda sotto studio, il tipo di SES, e le scale spaziali e temporali.Un esempio di applicazione dello schema: quando gli utilizzatori di una risorsa investiranno tempo ed energia per evitare una tragedia dei beni comuni? Hardin assumeva che gli users qualora intrappolati in un accelerato sovrautilizzo, non investirebbero mai tempo e energia per estrarsi da questa trappola. Diversi studi hanno trovato che users di diversi risorse hanno investioo nel disegnare e implementare sistemi costosi di governo per aumentare la probabilit di sostenere le risorse. Questo dipende dalla percezione del beneficio correlato () rispetto ai costi, nel breve tempo, rispetto alla paura di fallire lo sforzo, che qualcuno possa infrangere le regole quindi trarne profitto, che porterebbe a evitare i costi immediati e a continuare lo sovra-sfruttamento. Alcune variabili sono identificate come positivamente o negativamente correlate alla probabilit che gli utenti si organizzino per gestire una risorsa, le stesse potenzialmente importanti per comprendere la sostenibilit a quando attivit auto-organizzate si presentaranno, bisogna indagare su come queste influenzano i costi e benefici percepiti. La dimensione del sistema di risorse: foreste, grandi distese difficilmente sono gestite in modo auto-organizzato per il costo di definire i confini (fisicamente, circordarli con marcatori, segnali, recinti) monitorare luso e la distribuzione delluso (use pattern) e collezionare una conoscenza ecologica. Territori troppo piccoli non generano un significativo flusso di prodotti. Cos territori modesti risultano i pi probabili candidati ad essere gestiti in modo auto-organizzato. Pescatori che gestiscono una modesta parte di costa, o di lago, o di fiumi anche sono pi probabilmente gestiti in modo organizzato che pescatori che viaggiano attraverso gli oceani in cerca di pescato ad alto valore.Produttivit del sistema: produttivit ha una relazione curvilineare con lauto-organizzazione per tutti i settori, se una risorsa idrica e area di pesca esaurita o apparentemente molto abbondante gli users non vedranno la necessit di gestirla per il futuro, gli users hanno bisogno di osservare qualche scarsit prima di investire nellauto-organizzazione.Predicibilit del sistema complesso: i sist dinami necessitano di essere sufficientemente predicibili perch gli users possano stimare cosa succederebbe se loro stabiliscono una particolare regola di uso, consumo, o territorio no-entry (sistemi forestali sono pi facilmente predicibili di sistemi acquatici).Scelte e regole collettive: quando gli users hanno una piena autonomia a livello di scelte collettive di creare e rinforzare proprie regole (come comunit montane del Nepal, di pescatori in Messico, o nel Regole di Spinale-Manez), affrontano minori costi nella difesa della risorsa e nello scambio.Mobilit della risorsa: per i costi di osservazione e gestione di un sistema, lauto-organizzazione meno probabile con risorse mobili, come specie selvatiche, lacqua in un fiume non regolato, rispetto a unit di risorsa immobili come alberi, acqua in un lago o bacino.Numero degli users: impatto della dimensione del gruppo nei costi di scambio di auto-organizzazione tendono ad essere negativi dato il pi alto costo per coinvolgere gli users e concordare e condividere i cambiamenti. Daltra parte nella gestione di una risorsa, sebbene monitorare estese comunit forestali in India possano essere veramente costosi, gruppi pi grandi possono mobilizzare grandi risorse e energie suffiicienti. La dimensione sempre rilevante ma il suo effetto sullauto-organizzazione dipende da altre variabili del SES, e dati di attivit di gestione. Leadership: quando qualche users di qc tipo di sistema di risorsa ha capacit imprenditoriali, rispettato come leader locale e risultato di una precedente organizzazione per altri scopi, lautorganizazzione pi probabile. La presenza di laureati e anziani influenti, per esempio, ha avuto una forte correlazione positiva sullo stabilirsi di organizazzioni irrigue in un campionamento stratificato di 48 sistemi irrigui in Karnataka e Rajastan in India.Norms/social capital: utenti di tutti i tipi di sistemi risorsa che condividono standard morali etici, riguardo al comportamento nel gruppo, cos le norme di reciprocit, con un sufficiente fiducia nellaltro che to mantenere gli accordi, avranno minori costi di scambio nella ricerca di accordi e minori costi di monitoraggioKnowledge of the SES: quando gli users condividono importante conoscenze sui rilevanti attributi del SES, su come le loro azioni influenzano le altre, percepiranno minori costi di organizzazione. Al contrario se il sistema di risorse si rigenera lentamente mentre la popolazione cresce rapidamente, come nellIsola di Pasqua, gli users potrebbero non capire la CC della risorsa, fallire nellorganizzare luso, e distruggere la risorsa irreversibilmente.Importanza della risorsa: nei casi di successo di auto-organizzazione gli users sono sia dipendenti dalla risorsa per un parte importante della sussistenza o attribuiscono grande valore alla sostenibilit della risorsa. Altrimenti il costo di organizzazione e mantenimento di un sistema auto-organizzato pu non valerne la pena.Ottenere misure di queste 10 variabili sono un primo passo per analizzare se gli users di uno o pi SES si organizzerebbero. Lanalisi di queste relazioni arduo, sfidante, limpatto di una variabile dipende dal valore di altre, linterazione tra variabili non lineare, in moltri sistemi complessi. In ultimo se la sostenibilit dipende dagli users o da un governo che stabilisce le regole, queste regole possono non essere sufficienti nel lungo periodo.Se il set iniziale di regole stabilite dagli users o da un governo non sono congruenti con le condizioni locali la sostenibilit a lungo periodo non pu essere raggiunta. Studi su sistemi di irrigazione, forest, pesca suggeriscono che la sostenibilit di lungo periodo dipende da regola coerenti con gli attributi dei resource system, delle resource unit, e gli usi. Regole che impediscono la pesca di gamberi femmina pieni di uova sono facili da monitorare, le uove sono visibili sul carapace, per altri pesci pu essere pi difficile. Semplici linee guida governative non funzionano. Per es. La quota totale di pescato stabilito dal governo canadese per la pesca sulla costa ovest, ha provocato la chiusura della pesca nel 95.Qualitativi e dati quantitativi sono necessari, e devono esser usati per costruire e testare modelli teorici dei costi e benefici tra governi, comunit e individui e portare a politiche innovative.17Risultati per il Parco Adamello Brenta3 - Valore Economico Totale (stima parziale - 1)Servizio produttivo(usato)LegnoPrezzo macchiatico (media tra valori (2009 2010) X volume prelevato nelle particelle forestali Parco80.153 m3 X 50.04 / m3 =4.010.856 /annoFunghiMetodo 1(Ricavo totale permessi 2011 raccolta nel parco) 94.329,12Metodo 2(N tot permessi giornalieri equivalenti 2011 x quantit raccolta x prezzo mercato)43.879 giornate x 2 kg/giornata x 22.50 /kg = 1.974.555,00Metodo 3(produttivit media dei boschi per valore di mercato di funghi freschi)19.892,58 ha x 1.5 kg/ha x 22.50 /kg = 671. 374,58913.419 /anno(media 3 metodi)SelvagginaNumero capi abbattuti2 x stima kg/capo x prezzo /kgCamosci: 892 capi x 20 kg/capo x 5 /kg = 89.200,00Caprioli: 505 capi x 15 kg/capo x 5 /kg = 37.875,00Cervi: 172 capi x 50 kg/capo x 5 /kg = 43.000,00170.075 /annoAcqua potabileVolume derivazioni medio annuo (2001-2011) x prezzo indicativo consumo acqua in bolletta (escluse voci di servizi)1.256.794,45 m3 x 0.40/ m3 =502.718 /annoAcqua per idroelettricoProduzione potenziale centrali (dati progetto) S. Massenza, Ponte Pi, Nembia x fattore correzione x prezzo(650 + 9 +39) Milioni KWh/anno x 0.5 x 0.222/KWh77.478.000/annoLa tab presenta variabili di secondo livello per lanalisi identificate in molte ricerche empiriche che influenzano le interazioni e i risultati, la scelta delle variabili rilevanti dipendono dalla particolare domanda sotto studio, il tipo di SES, e le scale spaziali e temporali.Un esempio di applicazione dello schema: quando gli utilizzatori di una risorsa investiranno tempo ed energia per evitare una tragedia dei beni comuni? Hardin assumeva che gli users qualora intrappolati in un accelerato sovrautilizzo, non investirebbero mai tempo e energia per estrarsi da questa trappola. Diversi studi hanno trovato che users di diversi risorse hanno investioo nel disegnare e implementare sistemi costosi di governo per aumentare la probabilit di sostenere le risorse. Questo dipende dalla percezione del beneficio correlato () rispetto ai costi, nel breve tempo, rispetto alla paura di fallire lo sforzo, che qualcuno possa infrangere le regole quindi trarne profitto, che porterebbe a evitare i costi immediati e a continuare lo sovra-sfruttamento. Alcune variabili sono identificate come positivamente o negativamente correlate alla probabilit che gli utenti si organizzino per gestire una risorsa, le stesse potenzialmente importanti per comprendere la sostenibilit a quando attivit auto-organizzate si presentaranno, bisogna indagare su come queste influenzano i costi e benefici percepiti. La dimensione del sistema di risorse: foreste, grandi distese difficilmente sono gestite in modo auto-organizzato per il costo di definire i confini (fisicamente, circordarli con marcatori, segnali, recinti) monitorare luso e la distribuzione delluso (use pattern) e collezionare una conoscenza ecologica. Territori troppo piccoli non generano un significativo flusso di prodotti. Cos territori modesti risultano i pi probabili candidati ad essere gestiti in modo auto-organizzato. Pescatori che gestiscono una modesta parte di costa, o di lago, o di fiumi anche sono pi probabilmente gestiti in modo organizzato che pescatori che viaggiano attraverso gli oceani in cerca di pescato ad alto valore.Produttivit del sistema: produttivit ha una relazione curvilineare con lauto-organizzazione per tutti i settori, se una risorsa idrica e area di pesca esaurita o apparentemente molto abbondante gli users non vedranno la necessit di gestirla per il futuro, gli users hanno bisogno di osservare qualche scarsit prima di investire nellauto-organizzazione.Predicibilit del sistema complesso: i sist dinami necessitano di essere sufficientemente predicibili perch gli users possano stimare cosa succederebbe se loro stabiliscono una particolare regola di uso, consumo, o territorio no-entry (sistemi forestali sono pi facilmente predicibili di sistemi acquatici).Scelte e regole collettive: quando gli users hanno una piena autonomia a livello di scelte collettive di creare e rinforzare proprie regole (come comunit montane del Nepal, di pescatori in Messico, o nel Regole di Spinale-Manez), affrontano minori costi nella difesa della risorsa e nello scambio.Mobilit della risorsa: per i costi di osservazione e gestione di un sistema, lauto-organizzazione meno probabile con risorse mobili, come specie selvatiche, lacqua in un fiume non regolato, rispetto a unit di risorsa immobili come alberi, acqua in un lago o bacino.Numero degli users: impatto della dimensione del gruppo nei costi di scambio di auto-organizzazione tendono ad essere negativi dato il pi alto costo per coinvolgere gli users e concordare e condividere i cambiamenti. Daltra parte nella gestione di una risorsa, sebbene monitorare estese comunit forestali in India possano essere veramente costosi, gruppi pi grandi possono mobilizzare grandi risorse e energie suffiicienti. La dimensione sempre rilevante ma il suo effetto sullauto-organizzazione dipende da altre variabili del SES, e dati di attivit di gestione. Leadership: quando qualche users di qc tipo di sistema di risorsa ha capacit imprenditoriali, rispettato come leader locale e risultato di una precedente organizzazione per altri scopi, lautorganizazzione pi probabile. La presenza di laureati e anziani influenti, per esempio, ha avuto una forte correlazione positiva sullo stabilirsi di organizazzioni irrigue in un campionamento stratificato di 48 sistemi irrigui in Karnataka e Rajastan in India.Norms/social capital: utenti di tutti i tipi di sistemi risorsa che condividono standard morali etici, riguardo al comportamento nel gruppo, cos le norme di reciprocit, con un sufficiente fiducia nellaltro che to mantenere gli accordi, avranno minori costi di scambio nella ricerca di accordi e minori costi di monitoraggioKnowledge of the SES: quando gli users condividono importante conoscenze sui rilevanti attributi del SES, su come le loro azioni influenzano le altre, percepiranno minori costi di organizzazione. Al contrario se il sistema di r


Recommended