Home >Documents >Technology Transfer System · Technology Transfer System comprises different inter- dependent areas...

Technology Transfer System · Technology Transfer System comprises different inter- dependent areas...

Date post:11-Mar-2020
Category:
View:3 times
Download:0 times
Share this document with a friend
Transcript:
  • Record 2017

    Technology TransferSystem

  • 2

    Technology Transfer System is a new vision that was born in 2017 within the Politecnico di Torino as a response to the matured awareness of the complexity of the techno- logy transfer processes and the importance of promoting the results of research. These results are obtained in a con-text that links the University with several players on the outside, in a phase of deep changes that involve society, companies and research.

    Technology Transfer System comprises different inter- dependent areas linked to the technology transfer process.

    Innovation, knowledge transfer, transparency and openness toward the territory are just a few of the keywords that feature in this new vision. It is a complex system that bases its value on the importance of a multidisciplinary and sharing approach to generate a tangible impact on society. It is an exchange of skills, a knowledge system to support people, the territory and companies in a dynamic and innovative way.

    Giuliana MattiazzoVice Rector for Technology Transfer

    Shiva LoccisanoHead of Technology Transfer and Industrial Liaison Area

    [email protected]

    +39 011 090 6317

    Politecnico di TorinoCorso Duca degli Abruzzi, 2410129 Torino – Italy

    polito.it/imprese knowledge-share.eu eic.polito.it/blog/

  • 3

  • 4

  • 5

    Contents

    Trend 2008–2017Disclosures

    Ownership

    Registered patents

    Costs

    Spin-offs founded

    Partnership Agreements

    Portfolio 2017Active Patents

    TRL – Technology Readiness Level

    Technological Classes

    Active Technologies

    Extension Countries

    Co-Ownership Types

    Grantings

    Incomes

    Spin-offs

    Current Partnership Agreements

    GlossaryItalian Translation

    Colophon

    67

    8

    9

    10

    11

    12

    1314

    15

    16

    17

    18

    19

    20

    21

    22

    23

    242631

  • 6

    Trend 2008–2017

    The figures for the last ten years (2008-2017) of the tech-nology transfer activities of the Politecnico di Torino are shown below. Where possible, the relative trend over time is highlighted in relation to the decisions and strategies that have been adopted. The result of the trends appears in the graphs, elaborated with horizontal lines reported year by year to indicate their dynamism.

  • 7

    Disclosures

    31 32 37 35 28 27 23 60 49 43

    2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017

    Over the last few years, there has been a marked increase in the disclosure presented at the TTO, a sign of an ever-increasing pro-activeness of the same and of the university’s growing attention to technology transfer activities.

    =1

    Disclosures

  • 8

    Ownership

    Exclusive PoliTo

    PoliTo+Others

    13 13 25 22 14 8 20 31 17 13

    31 18 31 42 43 38 16 30 40 33

    2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017

    In the last few years, the share of patents filed in co-ownership with other institutions has increased, sign, on the one hand, of a greater opening of the Politecnico di Torino towards external institutions, on the other, of an ever increasing demand from the external bodies to collaborate with the University to exploit their skills.

    =1

  • 9

    Priority

    PCT extensions

    Nationalizations

    2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017

    Registered patents

    Over the last few years, the trend in deposits has not followed that of inventions, a sign of the implementa-tion of a selectivity policy related to the technologies to be patented, which has allowed patents to be deposited exclusively for inventions with greater technical and commercial potential.

    20 20 35 34 25 17 22 36 26 29

    11 4 9 10 14 8 8 8 17 14

    13 7 12 20 18 21 6 17 14 3

    =1

  • 10

    New deposits/€

    Extensions/€

    Maintenance/€

    Other/€

    Total/€

    2013 2014 2015 2016 2017

    Costs

    The cost trend shows that the Politecnico di Torino is increasingly focusing on the patent protection of its inventions, especially through the deposit of foreign applications, which tend to be much more expensive than the filing of national applications.Data on costs recorded in a given year could refer to patents filed in the previous year

    =1.000€

    33.026,2

    29.325,5

    7.184,9

    34.757,2

    40.528,2

    79.652,4

    48.000,7

    96.758,7

    63.881,2

    140.499,7

    46.648,2

    21.022,4

    130.022,4

    32.014,1

    18.245,2

    92.201,5

    43.560,3

    2.430,0

    166.171,0

    55.246,0

    7.850,2

    207.855,6

    44.808,9

    1.506,6

    250.696,4

  • 11

    Spin-offs founded

    The spin-off founding process that has been structured by the Politecnico di Torino has become more selective over the years. The moment of the foundation of a spin-off is thus determined only when the skills of the team, technology and the value proposition are confirmed and ready to meet investors and the market.

    Spin-off costituite 1 11 1 2 4 3 1 5 4 2

    2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017

    =1

  • 12

    The creation of strategic relationships with leading companies has been stable over the years, an indication of the ability of the Politecnico to create new connections with the business world and renew existing ones.

    Partnership Agreements

    New PAs

    PAs renewed

    =1

    1 0 0 0 0 0 2 7 4 2

    7 5 9 5 3 4 7 5 7 7

    2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017

  • 13

    Portfolio 2017Data as of 31.12.2017

    The following pages show the main indicators of the technology transfer activities of the Politecnico in place at the end of the year 2017. Being the data collected at a precise moment, they were represented with circular graphs that suggest completeness.

  • 14

    Active Patents

    The current IPR portfolio managed by the Politecnico is the result of the strategies that determine both the filing of new patents, presenting greater possibilities of industrial application and the maintenance of those already deposited.

    Active patents 268

    =1

  • 15

    TRL – Technology Readiness Level

    About 85% of the Politecnico di Torino’s patents have a TRL between 2 and 4, i.e. they are patents that protect technologies still in the initial phase for which there is no prototype, which is typical of inventions resulting from activities academic research and by definition do not reach level 9.

    TRL 1 1

    TRL 4 43

    TRL 7 4

    TRL 2 23

    TRL 5 9

    TRL 8 1

    TRL 3 38

    TRL 6 3

    =1

  • 16

    Technological classes

    The Politecnico di Torino patents cover a wide spectrum of technological classes, a sign of the university’s will to protect inventions deriving from all areas of research.

    Biomedical, Chemical and Pharmaceutical Engineering 30

    Energy and renewable sources 12

    Architecture and Design 3

    Civil, Environmental and Building Engineering 13

    Industrial, Mechanical and Mechatronics Engineering 18

    ICT and Electronics 32

    Physical Eng., Materials and Nanotechnologies 20

    Aeronautical, Aerospace and Automotive Engineering 19

    =1

  • 17

    Active Technologies

    Also called “patent families”, i.e. the number of technologies in which there are more than one patent.

    Active patent families 147

    =1

  • 18

    Extension Countries

    Approximately half of the Politecnico di Torino patents were deposited, mainly as a priority, in Italy, a quarter was deposited through international PCT and EPO procedures, and finally the last quarter was deposited in specific countries, among which the deposit in the United States stands out. These num-bers point out the strategy adopted by the TTO which envisages a priority deposit in Italy, followed, if the patent proves to have technical and commercial potential, from a PCT extension, followed in turn by extensions in the single states of greater commercial interest for the invention.

    Italy 135

    Japan 6

    Germany 8

    China 6

    UK 5

    EPO 26

    Other 29

    USA 12

    WIPO 41

  • 19

    Co-Ownership Types

    Most of the co-ownership patents have been filed together with companies, which are more interested in protecting inventions with a view to commercial exploitation.

    PoliTo+Companies 57

    PoliTo+Mixed 1

    PoliTo+Not Companies 45

    Only PoliTo 165

    =1

  • 20

    Currently, 28% of the patents filed by the Politecnico di Torino have been granted. Since the procedures for granting patents are very long – from 4 to 5 years – this figure must take into account the fact that for all the most recent patents the concession has not yet been defined for procedural reasons, not because the technologies do not meet the requirements of patentability.

    Patents Granted 75

    Patents not yet granted 193

    Grantings

    =1

  • 21

    The proceeds of technology transfer activities derive from the industrial exploitation of intellectual property, from the amounts received to co-finance the Proof of Concept and from contracts with institu-tions and companies.

    Incomes

    =50.000€

    Patents exploitation (Sales, Licensing, Options)/€ 135.000

    Research contracts with the public and private sector /€ 21.200.000

    Proof of Concept/€ 500.000

  • 22

    The selective process underlying the establishment of spin-offs leads to an increase in the quantity and quality of the same, with greater development prospects.

    Spin-Offs

    Spin-offs founded (total as of 31.12.2017) 49

    Spin-offs pending* 5

    Spin-offs in business 21

    =1

    *companies that have started the recog-nition procedure, but who have not yet carried out the whole formal process

  • 23

    There is a considerable number of long-term active ties with companies, aimed at creating Research and Technology Transfer.

    New PAs 25

    PAs renewed 16

    Current Partnership Agreements

    =1.000€

  • 24

    Glossary

    Patent

    Document, granted by a special office, which guarantees the priority and the exclusive right to industrial and commercial exploitation of an invention in a territory and for a well-defined period of time.

    Granted Patents

    Patents for which the patent office has decreed, at the end of an examination procedure, the official nature of the patent protection.

    Priority / Extension Costs

    Costs related to filing a patent application at a patent office.

    Maintenance Costs

    Annual costs that patent owners must support to main-tain patent protection.

    Co-Titularity

    Patent filing by two or more entities, which will be holders of the same patent.

    Deposit (Patent Application)

    Procedure through which the documents relating to the invention for which you want to obtain patent protection are presented at the appropriate office.

    Disclosure (Invention)

    Technology resulting from research activity presented at the TTO to request patent protection.

    EPO (European Patent Office)

    The European Patent Office is responsible for examining applications and possibly grant- ing European patents. The inventor can file an application through a single centralized procedure valid for 38 states: if it is granted, the patent becomes valid only if it is regis-tered in the relevant states of interest.

    PCT Extension

    International filing procedure, thanks to which, for a period equal to 30 months from the

    priority date, patent protection is obtained in all 152 countries of the world participating in the Patent Cooperation Treaty.

    Patent Family

    Set of patents deriving from the same priority deposit (and therefore referring to the same technology).

    Inventor

    It’s the individual, necessarily a physical person, who identi-fies an innovative solution to a technical problem overcoming the state of the art available up to that moment.

    License

    Contract through which the owner of the patent grants third parties the right to its commer-cial and industrial exploitation.

    Nationalization (National Extensions)

    Filing of the patent application, following a priority deposit or PCT extension, at a national patent office.

  • 25

    Option

    Contract through which the patent holder agrees to remain bound by the terms of the offer presented in the contract, grant- ing the counterpart a period in which to decide whether to exercise the option to conclude the contract at the conditions agreed.

    PCT (Patent Cooperation

    Treaty)

    The Patent Cooperation Treaty is an international agreement between 148 States for the uni-fied filing of patent applications among the members of the Treaty. As with EPO practices, the individual patent must then be registered in the individual states that adhere to the PCT. Patent application to the PCT is useful when you intend to post-pone the decision on where to extend the patent for up to 30 months.

    Priority (Priority Deposit)

    Corresponds to the first deposit made at a national or interna-tional patent office for a given technology.

    Active Technologies (Patent Family)

    Technologies for which patent protection is active (i.e. for which the costs of deposit/maintenance are being incurred) in at least one state.

    Patent Holder

    It’s the subject that holds the right to exploit the patent economically. Several owners may also be required: the share of each must be indicated at the time the patent application is filed.

    TRL (Technological

    Readiness Level)

    Index of the “technological maturity” of an invention. It is represented with a scale of 1 to 9 levels, where the higher the level, the more the technology is developed and marketed.

    TRL 1: The basic principles are sworn and documented. The research moves the first steps from the base to the applied one. Level 1 is that of scientific papers.

    TRL 2: Formulation of principles that support the applicability of an invention. Close to filing a patent.

    TRL 3: Research demon-strates the feasibility. Research and Development can start. The concept is proved with a simulacrum that reproduces the analytical expectations.

    TRL 4: A low reliability prototype can be built to demonstrate the technology and its function in the laboratory.

    TRL 5: The laboratory pro-totype is presented and prede-fined in a vast system context.

    TRL 6: The technology is demonstrated with an engineer-ing prototype in a widely rele-vant context. The bill of mater- ials, if applicable, is indicated.

    TRL 7: The prototype is executed in controlled situa-tions (cold test) and the produc-tion tests (on-plant) are finalized and will be definitive. The bill of material is satisfied. The costs of the materials are defined.

    TRL 8: The prototype has proven to work in its final form and under the expected conditions. In almost all cases, this level represents the end of the development process.

    TRL 9: Technology is released, the product is in pro-duction, material costs and transformation are consistent with expectations.

    TTO (Technology Transfer

    Office)

    Term used to refer to adminis-trative structures – mainly within universities and public research centers – that plan and manage technology transfer activities, promoting the enhancement of search results in various ways and interacting with different subjects.

    WIPO (World Intellectual

    Property Organization)

    The World Intellectual Property Organization is the United Nations Agency that promotes inventive and intellectual property protection activities. Manages the PCT.

  • 26

    Italian Translation

    Trend 2008–2017

    Di seguito si riportano i dati relativi agli ultimi dieci anni (2008-2017) delle attività di trasferimento tecnologico del Politecnico di Torino. Viene evidenziato, dove possi- bile, il relativo andamento nel tempo in rap-porto alle decisioni e alle strategie che sono state adottate. Il risultato delle tendenze appare nei grafici, elaborati con linee oriz-zontali riportate anno su anno per indicarne la dinamicità.

    Disclosures

    Nel corso degli ultimi anni si è assistito ad una netta crescita delle disclosure presentate presso il TTO, segno di una sempre più cre-scente proattività dello stesso e di una cre-scente attenzione dell’ateneo verso le attività di trasferimento tecnologico.

    Titolarità

    Negli ultimi anni è aumentata la quota di brevetti depositata in co-titolarità con altri enti, segno, da un lato, di una maggiore apertura del Politecnico di Torino verso gli enti esterni, dall’altro, di una sempre più crescente richiesta da parte degli enti esterni di collaborare con l’Ateneo per sfruttarne le competenze.Esclusiva PoliToPoliTo + altri

    Brevetti depositati

    Nel corso degli ultimi anni il trend dei depositi non ha seguito quello delle inven- zioni, segno dell’attuazione una politica di selettività relativa alle tecnologie da bre- vettare, che ha fatto sì che venissero depositati i brevetti esclusivamente per le invenzioni a maggior potenziale tecnico e commercialePrioritàEstensioni PCTNazionalizzazioni

    Costi

    Il trend dei costi mostra come il Politecnico di Torino stia puntando sempre di più

    sulla protezione brevettuale dei propri tro-vati, soprattutto attraverso il deposito di domande estere, tendenzialmente molto più costose rispetto al deposito di domande nazionali – i dati sui costi con-tabilizzati in un determinato anno potreb-bero riferirsi a brevetti depositati nell’anno precedente –Nuovi depositiEstensioniMantenimentoAltro

    Spin-off costituite

    Il processo di costituzione delle spin-off che è stato strutturato dal Politecnico si è fatto negli anni più selettivo. Il momento della fondazione di una spin-off viene così ad essere fissato solo quando le competen- ze del team, la tecnologia e la value propo-sition sono confermate e pronte per incon-trare gli investitori e il mercato.Spin-off costituite

    Accordi di Partnership

    La creazione di rapporti strategici con imprese leader si conferma stabile negli anni, indice della capacità del Politecnico di creare nuove connessioni con il mondo imprendi-toriale e rinnovare quelle preesistenti. AdP nuoviAdP rinnovati

    Portafoglio 2017Dati aggiornati al 31.12.2017

    Nelle pagine seguenti si riportano i princi-pali indicatori delle attività di trasferimento tecnologico del Politecnico in essere al termine dell’anno 2017. Trattandosi di dati raccolti in un preciso momento sono stati rappresentati con grafici circolari che ne suggeriscono la compiutezza.

    Titoli attivi

    L’attuale portafoglio di IPR gestito dal Politecnico è il risultato delle strategie che determinano sia il deposito di nuovi brevetti che presentano maggiori possibi- lità di applicazione industriale sia il

    mantenimento di quelli già depositatiTitoli attivi

    TRL (Technological Readiness Level)

    Circa l’85% dei brevetti del Politecnico di Torino ha un TRL compreso tra 2 e 4, ovvero si tratta di brevetti che proteggono tecnolo-gie ancora in fase iniziale per le quali non è presente un prototipo, il che è tipico delle invenzioni risultanti da attività di ricerca accademica e che per definizione non rag-giungono il livello 9.

    Classi tecnologiche

    I brevetti del Politecnico di Torino coprono un ampio spettro di classi tecnologiche, segnale della volontà dell’ateneo di proteg-gere le invenzioni derivanti da tutte le aree della ricerca.Aeronautica, aerospaziale, automotiveArchitettura, designBiomedicale, chimica, farmaceuticaEnergia, fonti rinnovabiliFisica, materiali, nanotecnologieInformatica, elettronica, telecomunicazioniIngegneria civile, ambientale, ediliziaIngegneria industriale, meccanica, meccatronica

    Tecnologie attive

    Anche dette “famiglie brevettuali”, ossia il numero di tecnologie all’interno delle quali sono presenti più di un brevetto.Famiglie brevettuali attive

    Paesi di estensione

    Circa la metà dei brevetti del Politecnico di Torino sono stati depositati, prevalente-mente come priorità, in Italia, un quarto è stato depositato tramite procedure inter-nazionali PCT ed EPO, ed infine l’ultimo quarto è stato depositato in Paesi specifici, tra cui spicca il deposito negli Stati Uniti. Questi numeri sono indicativi della strategia adottata dal TTO, che prevede un deposito prioritario in Italia, seguito, qualora il bre-vetto dimostrasse di avere potenziale tec-nico e commerciale, da un’estensione PCT, seguito a sua volta da estensioni nei singoli

  • 27

    stati a maggior interesse commerciale per il trovatoItaliaWIPOEPOUSAGermaniaCinaGiapponeUKAltro

    Tipologie di Co-titolarità

    La maggior parte dei brevetti in co-titolarità sono stati depositati insieme ad imprese, le quali hanno maggior interesse a proteggere le invenzioni in un’ottica di sfruttamento commercialePoliTo + ImpresePoliTo + Non impresePoliTo + MistoSolo PoliTo

    Concessioni

    Attualmente il 28% dei brevetti depositati dal Politecnico di Torino sono stati concessi. Essendo le procedure di concessione dei brevetti molto lunghe – da 4 a 5 anni – tale dato deve tenere conto del fatto che per tutti i brevetti più recenti la concessione non è stata ancora definita per motivi procedu-rali, non perché le tecnologie non rispettano i requisiti di brevettabilitàBrevetti ancora non concessiBrevetti concessi

    Entrate

    I proventi delle attività di trasferimento tec- nologico derivano dallo sfruttamento industriale della proprietà intellettuale, dagli importi ricevuti per co-finanziare i Proof of Concept e dai contratti con enti ed impreseSfruttamento dei brevetti (Cessioni, Licenze, Opzioni)Proof of ConceptFondi di ricerca da contratti con enti ed imprese

    Spin-off

    Il processo selettivo alla base della costitu-zione delle spin-off determina un aumento della quantità e della qualità delle stesse, con maggiori prospettive di sviluppoSpin-off costituite (totale al 31/12/2017)Spin-off attiveSpin-off pending*

    *società che hanno avviato la procedura di riconoscimento, ma che non hanno ancora portato a termine l’iter completo

    Accordi di Partnership vigenti

    Si registra un considerevole numero di legami attivi di lungo periodo con le imprese, finalizzati a creare Ricerca e Trasferimento TecnologicoAdP nuoviAdP rinnovati

    Glossario

    Brevetto

    Documento, concesso da un apposito ufficio, che garantisce la priorità e il diritto esclusivo di sfruttamento industriale e com-merciale di un’invenzione in un territorio e per un periodo di tempo ben determinato

    Brevetti concessi

    Brevetti per cui l’ufficio brevetti ha decre-tato, al termine di una procedura di esa-minazione, l’ufficialità della protezione brevettuale

    Costi di priorità/estensione

    Costi relativi al deposito di una domanda di brevetto presso un ufficio brevettuale

    Costi di mantenimento

    Costi a cadenza annuale che i proprietari del brevetto devono sostenere per mante-nere attiva la protezione brevettuale

    Co-titolarità

    Deposito brevettuale effettuato da due o più enti, i quali risulteranno titolari dello stesso brevetto

    Deposito (domanda di brevetto)

    Procedura attraverso la quale vengono pre-sentati presso l’apposito ufficio i documenti relativi all’invenzione per cui si vuole otte-nere la protezione brevettuale

    Disclosure (invenzione)

    Tecnologia risultante da attività di ricerca presentata presso il TTO per richiederne la protezione brevettuale

    EPO (European Patent Office)

    L’Ufficio europeo di brevetti si occupa di esaminare le domande ed eventualmente concedere i brevetti europei. L’inventore può depositarvi domanda mediante una unica procedura centralizzata valida per 38 stati: se viene concesso, il brevetto diventa valido solo se viene registrato nei relativi Stati di interesse.

    Estensione PCT

    Procedura di deposito internazionale, grazie alla quale si ottiene, per un periodo pari a 30 mesi dalla data di priorità, la protezione brevettuale in tutti i 152 paesi del mondo aderenti al Patent Cooperation Treaty

    Famiglia brevettuale

    Insieme di brevetti derivanti dallo stesso deposito prioritario (e dunque facenti riferi-mento alla stessa tecnologia)

    Inventore

    È il soggetto, necessariamente una persona fisica, che individua una soluzione inno-vativa ad un problema tecnico superando lo stato dell’arte disponibile fino a quel momento.

    Licenza

    Contratto attraverso cui il proprietario del brevetto concede a terzi il diritto di sfrut-tamento commerciale ed industriale dello stesso

    Nazionalizzazione (Estensioni nazionali)

    Deposito della domanda di brevetto, a seguito di deposito prioritario o estensione PCT, presso un ufficio brevetti nazionale

    Opzione

    Contratto attraverso il quale il titolare del brevetto s’impegna a rimanere vincolato ai termini dell’offerta presentata nel con-tratto, concedendo alla controparte un lasso di tempo nel quale decidere se esercitare l’opzione per concludere il contratto alle condizioni pattuite

    PCT (Patent Cooperation Treaty)

    Il Trattato di cooperazione in materia di brevetti è un accordo internazionale tra 148 Stati per il deposito unificato di domande di brevetto tra gli aderenti al Trattato. Come avviene per le pratiche EPO, il singolo bre-vetto deve poi essere registrato nei singoli Stati che aderiscono al PCT. Fare domanda di brevetto al PCT è utile quando si intende posticipare fino a 30 mesi la decisione su dove estendere il brevetto

    Priorità (Deposito prioritario)

    Corrisponde al primo deposito effettuato presso un ufficio brevettuale, nazionale o internazionale, per una determinata tecnologia.

    Tecnologia attive (Famiglia brevettuale)

    Tecnologie per cui la protezione brevet- tuale è attiva (ovvero per cui si stanno soste-nendoi costi di deposito/mantenimento) in almeno uno stato

    Titolare del brevettoÈ il soggetto che detiene il diritto di sfrut-tare economicamente il brevetto. Possono anche essere previsti più titolari: la quota di ciascuno deve essere indicata al momento del deposito della domanda di brevetto.

    TRL (Technological Readiness Level)

    Indice della “maturità tecnologica” di un’in-venzione. Viene rappresentato con una scala da 1 a 9 livelli, dove più è alto il livello, più la tecnologia è sviluppata e commercializzabile

  • 28

    TRL 1: I principi base sono asseverati e documentati. La ricerca muove i primi passi dalla base a quella applicata. Il livello 1 è quello dei paper scientifici.

    TRL 2: Formulazione di principi che sostengono l’applicabilità di un’invenzione. Vicini al deposito di un brevetto.

    TRL 3: La ricerca dimostra la fattibilità. Ricerca e Sviluppo possono partire. Il concetto è provato con un simulacro che riproduce le aspettative analitiche.

    TRL 4: Un prototipo a bassa affidabilità può essere costruito per dimostrare in labo-ratorio la tecnologia e la relativa funzione.

    TRL 5: In un vasto contesto di appli- cazioni il prototipo di laboratorio ottiene i risultati attesi e predefiniti.

    TRL 6: Viene dimostrata la tecnolo-gia con un prototipo ingegneristico che risponde in un contesto ampiamente

    rilevante alle applicazioni attese. La distinta base, se applicabile, è descritta.

    TRL 7: Il prototipo viene testato in situazioni controllate (test a freddo) e si ini-ziano i test dei processi produttivi (impianti) che saranno quelli definitivi. La distinta base viene completata. I costi dei materiali definiti.

    TRL 8: Il prototipo ha dimostrato di funzionare nella sua forma finale e nelle condizioni previste. Nella quasi totalità dei casi, questo livello rappresenta la fine del processo di sviluppo.

    TRL 9: La tecnologia è rilasciata, il pro-dotto è in produzione, costi di materiali e trasformazione coerenti con le aspettative.

    TTO (Technology Transfer Office)

    Termine con cui ci si riferisce alle strutture amministrative – principalmente all’interno delle Università e dei centri di Ricerca pubblica – che pianificano e gestiscono le attività di Trasferimento tecnologico promuovendo la valorizzazione dei risultati della ricerca con varie modalità ed intera-gendo con diversi soggetti.

    WIPO (World Intellectual Property Organization)

    L’ Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale è l’Agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di promuovere le attività inventive e di protezione della proprietà intellettuale. Amministra il PCT.

  • 31

    Colophon

    Politecnico di Torino, 2018Technology Transfer System is a Project carried out by the TRIN Area

    Giuliana MattiazzoVice Rector for Technology Transfer

    Shiva LoccisanoHead of Technology Transfer and Industrial Liaison Department

    Marco DoriText editing

    Alessandro AvonaData analysis

    Paolo TamborriniGraphic design supervision

    Gabriele Fumero, Chiara RemondinoGraphic design

    Francesco BaldiTranslations

    Simona Rizzo Photography e CommunicationPhotos

    La Terra Promessa – Polo Grafico di Torino AGITPrinting, binding

    Optimo Practice, Font Bureau Neue Haas Grotesk

    TypefacesFedrigoni Symbol Freelife Raster 250 g/m², Fedrigoni Arcoprint Extra White 120 g/m²

    Paper stock

Click here to load reader

Reader Image
Embed Size (px)
Recommended